Carrara 5 Stelle

http://www.carrara5stelle.it/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/541717Banner_alto2.pnglink
Sabato 11 Marzo 2017 17:19
Valuta questo articolo
(0 voti)

Interrogazione parlamentare sui beni estimati. «Il marmo diventi una risorsa»

Interrogazione parlamentare sui beni estimati. «Il marmo diventi una risorsa»

Le portavoci in Senato Laura Bottici e Sara Paglini hanno illustrato i contenuti della nuova interrogazione parlamentare.  De Pasquale: «È necessario prendersi la responsabilità delle scelte»

 

Carrara, 11/03/2017

 

È stato il portavoce in Consiglio comunale, membro della commissione marmo, Francesco De Pasquale a fare gli onori di casa e aprire la conferenza stampa convocata presso il punto di incontro di Galleria d’Azeglio: «Dopo la pronuncia sulla materia dell’Autorità Garante per la Concorrenza, e dopo la sollecitazione di Legambiente Nazionale verso i parlamentari del territorio, era nostro preciso dovere intervenire, coinvolgendo le nostre rappresentanti in Senato».

 

«Pur con tutte le difficoltà di chi siede in minoranza – ha esordito la portavoce Laura Bottici – ci siamo fatti carico della questione e abbiamo presentato un’interrogazione a risposta scritta, destinata ai ministri per la coesione territoriale, dell’economia e dell’ambiente». Il documento, nel riepilogare la farraginosa legislazione sulla materia e le recenti prese di posizione della Corte Costituzionale e dell’Agcom, richiede tra l’altro ai ministri di attivarsi per dare conto dei motivi che giustificano ancora oggi il permanere della distinzione esistente nel regolamento comunale del 1994 tra agri marmiferi e beni estimati. «Inoltre — ha proseguito Bottici — stiamo lavorando a una proposta di legge che vada finalmente a regolare la materia, con il contributo di professionisti esterni assolutamente svincolati da rapporti con questo territorio».

 

«Ci auguriamo che la nostra attività parlamentare possa sortire qualche effetto — questa la considerazione della portavoce in Senato, Sara Paglini — ma è pur vero che circa l’85% delle interrogazioni presentate resta inevaso, e assistiamo purtroppo quotidianamente a un’autentica blindatura del percorso legislativo da parte del governo».

 

Anche per questo motivo non è intenzione del M5S attendere eventuali sviluppi sul piano nazionale, come ha sottolineato un De Pasquale deciso e sempre più a suo agio nel ruolo di esponente di punta del movimento carrarese: «Occorre avere il coraggio di prendersi la responsabilità politica delle scelte, senza aver paura di pestare i piedi a qualcuno. Dopo amministrazioni caratterizzate da inefficienze plurisecolari, come ribadito dalla Suprema Corte, sarà necessario procedere alla modifica del regolamento e alle necessarie ricognizioni, per riportare i beni estimati nel patrimonio indisponibile del Comune di Carrara, in un quadro generale che possa finalmente restituire certezza del diritto alla questione beni estimati, che sia motore di sviluppo sociale e strumento di tutela dell'ambiente e dei lavoratori».

 


Movimento 5 Stelle Carrara

 

Ultima modifica Sabato 11 Marzo 2017 17:21
Login to post comments

Accedi

Logo

28.03.2017 - 21:15
Luogo: Punto di Incontro M5S Carrara

04.04.2017 - 21:15
Luogo: Punto di Incontro M5S Carrara

Attualmente siamo 595 iscritti

Carrara 5 Stelle nel Web

Meetup Carrara

 

 

Canale YouTube

 

Campagne

 

 

Woodstock 5 Stelle

 

Free Assange