Carrara 5 Stelle

http://www.carrara5stelle.it/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/680671assessori.pnglink
http://www.carrara5stelle.it/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/654776rdl.pnglink
http://www.carrara5stelle.it/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/683322sitowebdepa.pnglink
http://www.carrara5stelle.it/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/980951paypaldep.pnglink
Programma
Domenica 14 Maggio 2017 18:49

Programma del Movimento 5 Stelle Carrara 2017

Pubblicato in Programma Scritto da Administrator
Valuta questo articolo
(2 voti)

Leggi qui il programma per Carrara 2017

 

Il programma del Movimento 5 Stelle di Carrara per le elezioni del 2017 è il frutto di un lungo percorso di analisi e di studio iniziato prima dell’estate del 2016.

 

Siamo partiti con la rilettura di tutti gli atti che abbiamo presentato in questi 5 anni di opposizione e subito dopo abbiamo avviato una fase di ascolto dei problemi dei cittadini.

 

Sono stati fatti incontri nelle piazze di tutti i quartieri e frazioni. Il primo è stato a Codena, i cui abitanti hanno lamentato in particolar modo il problema della discarica abusiva nel parcheggio del paese, siamo poi andati avanti per tutta l’estate 2016 con incontri a Gragnana, Fossone (in foto), Sorgnano, Bonascola, Torano, Battilana, Miseglia, Fontia… e così via in tutta la città.

 

Incontri semplici senza squilli di trombe, in piazza, su panchine o seggiole portate dalle case vicine, dove si è tornati a parlare di politica vera, di vita della città.


A questo tour è seguita una lunga fase di studio ed approfondimento. Si sono formati dei gruppi di lavoro per ogni argomento/capitolo del programma che hanno iniziato ad analizzare i problemi e capire quali soluzioni avessero davvero delle probabilità di essere realizzate, abbiamo cercato le possibilità di finanziamento per le varie soluzioni, scartando i castelli in aria di cui Carrara in questo momento ha davvero poco bisogno. A questi si sono affiancati poi altri gruppi di studio che hanno realizzato dei “focus” su specifici problemi, particolarmente qualificanti o sentiti dalla cittadinanza, come ad esempio il Politeama, il porto, eccetera.


Insomma, come si può capire, è stato lungo e faticoso, ma anche entusiasmante, perché lungo il percorso abbiamo incontrato molte persone di qualità, esperti di varie tematiche, concittadini (e non) che ci hanno aiutato ad approfondire i vari problemi. Molte di queste persone hanno poi continuato il cammino insieme a noi, formando il gruppo di persone che si presenta oggi alle elezioni e che va molto oltre i ventiquattro candidati.

 

Naturalmente avremmo potuto farlo in una settimana, usando parole dolci per scrivere le cose che la maggior parte dei cittadini di Carrara vuol sentirsi dire, ma abbiamo preferito la strada più lunga e difficile, quella della coerenza e della sincerità. Siamo convinti che alla fine questa scelta sarà capita e premiata da tutti voi.

 

Con queste premesse ci avviamo, tutti assieme, a scrivere una nuova pagina della millenaria storia della nostra città. Per rendere tutto questo possibile e per fare in modo che il futuro di Carrara emerga da queste pagine e inizi a diventare reale, adesso, manca solo un tuo segno.

 

Scarica e diffondi il programma 2017 in formato PDF (500kb)


Venerdì 06 Aprile 2012 10:54

I Candidati

Pubblicato in Programma Scritto da Meetup Carrara
Valuta questo articolo
(14 voti)

Elenco dei candidati alle elezioni amministrative di Carrara del 2012

 

- Consiglieri Comunali eletti:

 

MARTINELLI Matteo (candidato sindaco) Nato a Carrara il 28 Maggio 1978

Stato civile: celibe

Occupazione: Funzionario Amministrativo-Tributario presso la Direzione Provinciale dell'Agenzia delle Entrate di Lucca

Interessi/Hobby/attività extra: Sono appassionato di cinema, musica, calcio, e politica.

Parlo di me: Sono laureato in Economia e Commercio presso l'ateneo di Pisa,sono iscritto nel Registro dei Revisori Contabili e ho conseguito l'abilitazione di dottore commercialista; ho preferito non continuare a svolgere la libera professione ma mettere le mie competenze a disposizione di un ente pubblico.

Mi sono candidato perché: anni fa ho iniziato a frequentare degli incontri di amici in cui si parlava della nostra città; si proponevano e si mettevano in atto iniziative, conferenze ed eventi volti alla nostra crescita culturale e a stimolare la sensibilità dei partecipanti su temi di particolare interesse, non solo a livello locale. Credo che oggi pensare di delegare totalmente a politici la gestione del bene pubblico sia un lusso che non possiamo più permetterci; le persone devono iniziare a interessarsi e a partecipare consapevolmente alle scelte che riguardano il territorio dove vivono. Siamo nella società dell'informazione, abbiamo molti strumenti a disposizione, non da ultima la rete, adesso non possiamo più tirarci indietro.

 


BONNI Federico
Nato a Carrara il 27 luglio 1976

Stato Civile: coniugato

Occupazione: Impiegato amministrativo presso azienda del settore edilizia

Interessi/Hobby/Attività extra: in un mondo drogato dalla finanza mi piace riscoprire ciò che è reale, per questo sto facendo un “master” per conoscere i ritmi della natura...imparo il mestiere di mio nonno...l'agricoltore! Mi piace condividere e confrontare quello che imparo e penso.

Parlo di me: Laurea in Economia e Commercio, insegnamento presso Istituti tecnici e professionali (stupendo ed appassionante essere insegnante, frustrante essere "quello" precario), esperienze lavorative in varie aziende, sono obiettore di coscienza ed appassionato di economia solidale e terzo settore. So che la verità di solito può far male, ma quasi sempre è rivoluzionaria: ci aiuta a capire e agire, cambiare e crescere. Cerco di essere quello in cui credo.

Mi sono candidato perché: credo che la politica ed i politici possano essere diversi da quello che sono; sono consapevole e non ho timore di assumermi delle responsabilità; è il momento di una Politica Etica e Solidale, prima che sia troppo tardi.

 


DE PASQUALE Francesco
Nato a Carrara il 2 Febbraio 1962

Occupazione: docente di Lettere scuola secondaria I grado (vulgo medie)

Interessi/Hobby/attività extra: Agricoltura ecologica, sono componente da oltre 12 anni del Comitato SOS Carrara

Parlo di me: Sono laureato in Lettere moderne e ho conseguito un Master di Primo Livello sulla documentazione scolastica, curo la documentazione didattica e l’archivio della scuola, nonché la documentazione del Comitato. Ex bancario, sono anche un obiettore dicoscienza.

Mi sono candidato perché: siamo alla vigilia di un periodo cruciale per la nostra città, un periodo che stabilirà se Carrara deve e può continuare ad esistere: voglio esserci per poter dire : ”Io c’ero” al nuovo 7 Luglio.

 

 

 

-  Candidati al Consiglio Comunale non eletti:

 

 

BARATTA Carlo Nato a Carrara il 4 Marzo 1963

 

Mi sono candidato perché: credo in un nuovo risorgimento dalla dittatura di banche, affaristi , grandi industriali.

 

Alle prossime elezioni mandiamo a casa tutti i loro complici e camerieri con un semplice gesto come quello di tracciare una X sull’unica speranza per questa città e per l'Italia intera, il MOVIMENTO 5 STELLE !

 

 

BONITO Antonio Blasco Nato a Bari il 14 settembre 1951

Occupazione: Sono pensionato. Ho lavorato come tecnico informatico nel Consiglio Nazionale delle Ricerche a Pisa. Ho attivato nel 1986 il primo collegamento ad Internet dell'Italia. Ho creato il Registro dei domini ".it".

Interessi/Hobby/attività extra: Operatore di Biodanza Sistema Rolando Toro. Membro del G.A.S. (Gruppo di Acquisto Solidale) di Carrara. Mi piace viaggiare in moto con mia moglie.

Parlo di me: Ho intrapreso da molto tempo un percorso di rinnovamento personale che mi ha fatto riscoprire, attraverso la Biodanza, l'importanza delle relazioni autentiche con tutti gli esseri umani. Credo nel potere di trasformazione di ogni individuo e nella forza del gruppo. E mi indigno verso chi gestisce la cosa pubblica pensando solo ai propri interessi, senza rispetto per i cittadini che lo hanno eletto. Ho trovato una motivazione esistenziale in più nel G.A.S. Un Gruppo d’Acquisto Solidale è formato da un insieme di persone, di famiglie, che si organizzano per acquistare all'ingrosso prodotti alimentari o di uso comune, da ridistribuire tra loro. Alla base di un GAS c'è una critica profonda verso il modello di consumo e di economia globale ora imperante, insieme alla ricerca di una alternativa praticabile da subito. Nel gruppo vengono valorizzate le esperienze di ognuno, si collabora dando corpo al rispetto dell’ambiente, alla solidarietà verso i piccoli produttori che forniscono i prodotti e i popoli del sud del mondo.

Mi sono candidato perché: me lo hanno chiesto i miei amici del Movimento 5 Stelle di Carrara, dei giovani in gamba di cui ho grande fiducia. Loro hanno dimostrato fiducia in me e non ho potuto rifiutare. Bisogna che il Comune non sia più un luogo di esercizio dei poteri forti economici ed imprenditoriali, deve invece svolgere il suo ruolo di servizio ai cittadini. Vorrei essere il portavoce delle famiglie che vogliono vivere in salute, rispettando la natura. Vorrei iniziare a mettere in pratica gli strumenti di democrazia diretta anche attraverso la Rete, consentendo a tutti i cittadini, e in primo luogo ai giovani, di partecipare alle scelte e alle decisioni.

 

BOTTICI Laura Nata a Carrara il 03 Luglio 1971

Stato civile: divorziata

Occupazione: segretaria amministrativa

Parlo di me: Sono diplomata in Analista contabile, lavoro part time e nel tempo libero mi occupo di mia figlia.

Interessi/Hobby/attività extra: Non ho interessi particolari se non quello di lasciare un mondo migliore a chi verrà dopo di me.

Mi sono candidata perché: all'età di 18 anni ero felicissima di poter contribuire alla crescita e alle scelte del mio paese ma mi resi subito conto della politica sbagliata portata avanti dai partiti. Per vent'anni mi sono tenuta fuori da ogni gioco politico, nel 2009 mi iscrissi al Meetup Carrara e nel 2011 iniziai a frequentarlo assiduamente. Oggi c'è bisogno di un cambiamento totale politico ed economico, io voglio partecipare per vigilare sulle scelte della mia città e con la lista Movimento 5 Stelle si può fare. Uno vale uno.

 

DELL’AMICO Pierfrancesco Nato a Carrara il 27 Giugno 1970

Occupazione: Lavoro nell'ufficio commerciale di una S.P.A. di Carrara come Venditore Tecnico di tenditori e tiranti idraulici per telai e macchinari a controllo numerico per la lavorazione delle lastre.

Interessi/Hobby/attività extra: Ho una grande passione per la fotografia, per la lettura e per la mia moto; inoltre mi piace tenermi aggiornato su ciò che riguarda la Tecnologia

Parlo di me: Dopo il diploma di Maturità Scientifica ho studiato a Firenze Marketing per il terziario avanzato e ho seguito corsi privati di tecniche di vendita. Ho perfezionato la conoscenza di Inglese, Francese, Spagnolo e Portoghese con frequenti soggiorni all'estero.

Mi sono candidato perché: grazie al mio lavoro ho la possibilità di viaggiare in Italia e nel Mondo: questo mi permette di confrontarmi con diverse culture e di conoscere molte realtà, diverse dal luogo in cui vivo. Attraverso i miei viaggi ho capito che sarebbe un piacere dare una svolta alla mia città, CARRARA, ricca nella sua natura ma povera e depauperata nella sua gestione politica ed amministrativa. Vorrei mettere a disposizione di questo fantastico gruppo di cittadini la mia esperienza, per insieme far risplendere nel mondo il valore e la bellezza della nostra città. Il Futuro siamo noi!

 

ERCOLINI Simone Nato a Carrara il 9 Ottobre 1976

Stato Civile: sposato e con una splendida bambina di 12 anni.

Occupazione: commerciante, titolare di un Bar

Interessi/Hobby/attività extra: Amo leggere e viaggiare Parlo di me: cinque anni fa ho conosciuto la realtà dei Meetup, nati dal Blog di Beppe Grillo. Ho conosciuto molte persone e ho con loro fatto un percorso che mi hanno portato ad aderire al Movimento 5 Stelle non appena nato.

Mi sono candidato perché: guardandomi intorno, sono arrivato alla decisione di mettermi in gioco in prima persona per dare credibilità alla politica del mio territorio. Credo che il Movimento 5 Stelle sia l‘unica possibilità vera per arrivare ad un cambiamento radicale nei comportamenti etici di noi italiani. Cominciamo dalla nostra città, e poi... andremo avanti.

 

GIANNARELLI Giacomo Nato a Carrara il 13 Agosto 1978

Occupazione: Agente commerciale fotovoltaico

Interessi/Hobby/attività extra: Sono un appassionato di Musica, mi piace viaggiare.

Parlo di me: Ho una laurea in Scienze Politiche con una tesi sulla Decrescita Felice e le buone pratiche per il territorio Apuano, mi sono laureato da studente lavoratore, ho contribuito alla nascita del Movimento 5 Stelle Carrara partecipando dal 2006 alla creazione del gruppo locale Meetup Carrara ed a tutte le iniziative.

Mi sono candidato perché: amo il mio territorio e per un senso di responsabilità civica voglio essere presente e metterci la faccia in prima persona per riportare il controllo del Comune ai Cittadini.

 

GIUNTONI Maurizio Nato a Carrara il 28 Gennaio 1954

Occupazione: Direttore tecnico della Ecoproget srl operante nel settore sicurezza ecologia ed energia

Interessi/Hobby/attività extra: Scrittura comica, cabaret, musica, attore cinematografico e televisivo.

Parlo di me: Sono Dottore in Ingegneria Meccanica Industriale iscritto all'albo professionale degli ingegneri e libero docente universitario. Ho esperienza pluridecennale nel settore dell'impiantistica con contatto diretto con persone di varia estrazione culturale e sociale; questo ha sviluppato una facilità relazionale con le persone e di interscambio delle relative esperienze.

Mi sono candidato perché: dopo anni di politica subita ho deciso che sia importante impegnarsi di prima persona per garantire un futuro alle giovani generazioni ormai schiacciate tra edonismo Berlusconiano e rigor Montis .

 

 

GRASSI Fabio Lorenzo Nato a Pietrasanta il: 26 Febbraio 1984

Stato Civile: celibe

Occupazione: disoccupato

Parlo di me: nella mia vita ho aderito a diverse ideologie politiche completamente differenti e ad oggi solo dopo aver vissuto un anno in Svizzera, sono più che convinto che l’unica soluzione per avere un paese migliore sia la partecipazione attiva della collettività e non la delega dei singoli politici.

Mi sono candidato perché: non riesco a capire come la nostra città possa essere ancora così malamente amministrata, il nostro territorio è tra i più belli della Toscana ma la nostra città è vista solo e soltanto come un posto di passaggio. Vorrei riuscire a coinvolgere più cittadini possibili nelle scelte del comune con l’intento di valorizzare la nostra città.

 

 

GUADAGNI Roberto Nato a Carrara il 19 Aprile 1969

Stato Civile: celibe

Occupazione: operaio

Interessi/Hobby/attività extra: arte, musica, sport.

Mi sono candidato perché: mi candido a consigliere comunale alle prossime elezioni amministrative di Carrara perché sento una forte esigenza di cambiamento, vorrei portare una rivoluzione totale nelle nostre istituzioni, con un programma chiaro e semplice come quello del Movimento 5 Stelle, ovvero che i cittadini si possano riappropriare di ciò che gli è stato tolto fino ad ora e che tutto sia svolto solo ed esclusivamente in funzione della loro salute, dell’ambiente e del rispetto.

 

MELODIA Eva Nata a Milano il 12 agosto 1973

Stato Civile: Coniugata

Occupazione: impiegato informatico

Interessi/Hobby/attività extra: molti, troppo poco il tempo per coltivarli tutti.

Parlo di me: mamma di una splendida bambina, mi cimento anche con attività legate a più filo con politica e filosofia. Da sempre mi chiedo come alleviare le sofferenze delle persone umane e non-umane su questa terra.So che il mio impegno in tal senso non avrà termine, esaurendosi solo con la fine della mia vita.

Mi sono candidata perché: credo fermamente nella responsabilità personale e nelle potenzialità empatiche ed etiche delle persone umane, dalle quali dipendono di fatto le relazioni sociopolitiche di interi popoli. Credo che tali potenzialità possano esplodere solo attraverso la presenza reale all'interno di una collettività creativa, all'interno di uno stimolo partecipativo. Credo che l'assenza delle persone comuni dal palco della politica e della storia abbia comportato quell'accumulo di potere e decretando la realizzazione quei paradigmi sociali devastanti che oggi opprimono tutti. Questo è il tempo di ripensare completamente sia la storia che il nostro futuro. Il Movimento 5 Stelle è la prima espressione concreta che prova a realizzare un modello orizzontale attraverso il quale il mezzo e il fine possano finalmente coincidere.Per questo mi candido, per mettermi al servizio di un modello che non si vedeva da millenni.

 

MUSETTI Antonio Nato a Carrara il 19 Luglio 1969

Occupazione: Odontotecnico

Parlo di me: Mi divido tra la mia famiglia, il lavoro, gli amici e la mia passione per la corsa. Amo il mio territorio e questo mi ha portato ad entrare circa 2 anni fa in ”Salviamo le Apuane”, movimento che si prefigge la valorizzazione del territorio e non la distruzione fuori controllo come avviene ad oggi.

Mi sono candidato perché: L'entrata in ”Salviamo le Apuane” mi ha portato a conoscere realtà taciute dalla politica e dai media, che unite alle note vicende che testimoniano il fallimento della classe politica su qualsiasi aspetto che riveste la nostra quotidianità, mi ha fatto avvicinare al Movimento 5 Stelle, per fare qualcosa, per cambiare tutto questo e creare un’inversione di tendenza che possa portare i miei figli a non essere costretti a scappare da questa terra. Sono convinto che non si possa più far finta di niente o dire che tanto nulla cambia, altrimenti saremmo complici noi stessi di chi ci ha portato ad essere uno dei comuni più disastrati d'Italia .

 

PAGLINI Sara Nata a Carrara il 6 Gennaio 1961

Stato Civile: nubile

Occupazione: Libera professionista, Grafica pubblicitaria

Interessi/Hobby/attività extra: ho frequentato il Liceo Artistico e poi l'Accademia di Scultura nella città di Carrara, mi occupo di immagini e fotografie in particolare, inoltreseguo iniziative culturali e mostre d'arte nelle varie città italiane per quanto posso. Amo cucinare per gli amici, anche se il tempo alla fine è sempre tiranno...

Parlo di me: Da piccola parteggiavo per gli indiani e non per i Cow boys, oggi parteggio per i NO TAV, insomma sto dalla parte degli ”sfigati“ :-) e soprattutto dalla parte di chi lotta per la salvaguardia della libertà .

Mi sono candidata perché: perché non sopporto i prepotenti e chi in genere cerca di approfittarsi dei più deboli. Avendo anni fa conosciuto la lotta iniziata da Beppe Grillo, mi sono appassionata, e ho intrapreso un cammino che mi ha fatto conoscere persone speciali e con voglia di ricostruire un PAESE NUOVO da queste macerie sociali, cominciando dalla mia città... Carrara

 

PALMA Michele Nato a Carrara il: 23 Ottobre 1969

Stato Civile: sposato con una figlia di quasi 2 anni

Occupazione: consulente informatico, specializzato nello sviluppo software di calcolo dei fabbisogni energetici.

Interessi/Hobby/attività extra: viaggiare con ogni mezzo, leggere ogni cosa, fotografare vari soggetti, praticare sport all’aperto tra cui sci, surf e naturalmente il calcetto del giovedì con gli amici.

Parlo di me: sono consapevole della fortuna di essere nato e di poter vivere tra il mare e le Apuane. Ogni tanto vedere come riusciamo a sprecare la generosità che la natura ha avuto con noi, fa venire voglia di scappare, ma le radici che sempre di più mi legano alla mia terra,hanno sempre avuto la meglio. Ho iniziato anni fa a collaborare con il Meetup di Carrara, precursore del Movimento 5 Stelle, inizialmente studiando le tecniche di gestione dei rifiuti e partecipando alla nascita del coordinamento Rifiuti Zero “ATO-Costa”, per poi occuparmi anche degli strumenti di democrazia diretta e della questione acqua, dove ho contribuito alla nascita del comitato referendario provinciale.

Mi sono candidato perché: ho sempre cercato di interessarmi a quello che accadeva nel mondo, ma solo da quando ho iniziato a guardare a quello che accadeva nella mia città ho avuto l’impressione che si poteva provare a fare qualcosa per migliorare le cose. Credo che il tempo di dare una delega in bianco ad altri per occuparsi della gestione della “comunità” sia finito, oramai è chiaro che quel sistema non funziona più. Siamo al punto che se vogliamo andare avanti bisogna che ogni cittadino inizi ad occuparsi direttamente della cosa pubblica, dedicando un po’ di tempo alla gestione della società in cui vive. Di fronte alla scelta se continuare a lamentarmi o provare a cambiare le cose, ho scelto la seconda.

 

PEDONESE Luca Nato a Carrara il 23 Ottobre 1978

Occupazione: Lavoro presso una radio regionale con sede a Carrara con mansioni di giornalista e tecnico multimediale. Svolgo anche un'attività autonoma di grafico e web designer per diverse aziende locali.

Interessi/Hobby/attività extra: Ho una grande passione per la musica e le nuove tecnologie.

Parlo di me: Dopo il diploma di Maturità Scientifica ho studiato presso il Conservatorio Musicale Luigi Cherubini e la sede R.A.I. di Firenze ottenendo la qualifica di tecnico di studio multimediale.

Mi sono candidato perché: sono convinto che la politica, come l'abbiamo conosciuta fino ad oggi, abbia fallito il suo mandato principale: rappresentare i cittadini. E' ora di riportarla al servizio dei beni comuni.

 

 

PISANI Mafalda Nata a Carrara il 2 Febbraio 1967

Stato Civile: coniugata, con tre figli

Occupazione: cuoca

Parlo di me: la politica mi ha sempre appassionato, provengo da una cultura di sinistra estrema, ma negli anni sono rimasta delusa da tante belle parole a cui non sono seguiti i fatti.

Mi sono candidata perché: credo che sia possibile impegnandosi in prima persona avviare un cambiamento.
.

 

RAFFO Daria Nata a Carrara il 31 Dicembre 1973

Stato civile: liberamente condivido l'esistenza con un compagno.

Occupazione: Mi occupo egregiamente di bambini, anziani, all'occorrenza gatti, cani, animali selvatici.Iscritta a scienze infermieristiche.

Interessi/Hobby/attività extra: Mi piace andare in montagna, leggere e cucinare.

Mi sono candidata perché: dopo anni di rassegnazione, ho capito che l'unico modo di uscire da questa palude politica è che i cittadini abbiano maggiori possibilità di decidere per la loro città, come diceva il signor G : Libertà è PARTECIPAZIONE

 

RAGGI Andrea Nato a Carrara il 9 Settembre 1972

Stato civile: coniugato, ho una bellissima (grazie alla madre) bambina nata a Giugno 2011

Occupazione: Imprenditore, sono tra i fondatori di Selmar, società di ingegneria meccanica

Interessi/Hobby/attività extra: Leggere con il mio amato Kindle, imparare sempre ose nuove, viaggiare per conoscere di persona

Parlo di me: sono laureato in Ingegneria meccanica all'Università di Pisa, ho frequentato due master di cui uno alla Carnegie Mellon University in Qatar. Sono eclettico ed estroverso ed amo avviare nuovi progetti e start-up tecnologiche assieme a  persone eccezionali. Viaggio per lavoro e mi confronto con persone e culture diverse ogni giorno. Credo nello studio, nel lavoro ma soprattutto nel merito.

Mi sono candidato perché: se non cambiamo da soli le cose che non ci stanno bene, nessuno le cambierà per noi.Ho sempre voluto cambiare il mondo, almeno il pezzetto su cui ero seduto, creando qualcosa di cui andare fiero.

 

 

SANTINI Giacomo Nato a Carrara il 18 Settembre 1968


Mi sono candidato perché
: mi sono avvicinato al Movimento 5 Stelle per caso e, anche se l'impegno concreto all'interno del  gruppo è limitato dal mio lavoro, vorrei che la forza e la sinergia di intenti che ci unisce, riuscissero a ramazzare nella pattumiera, una volta per tutte, una classe politica ed un sistema partitico obsoleti. Partiti e sistemi atti a mirare solo ai loro interessi personali , e che non fanno certo la volontà dei cittadini. Basta truffe e prese in giro, è il cittadino che deve ricominciare a decidere, con la partecipazione diretta di ognuno di noi !!!

 

 

SECCI Daniele Nato a Massa il 13 Settembre 1984

Mi sono candidato perché: per me la politica è un valore, che purtroppo in Italia abbiamo un po’ perso, e solo in questo movimento, l'unico dove mi riconosco veramente, il valore della politica è al centro del progetto, perché la politica si fa per il bene comune, non per i propri interessi come storicamente accade oramai da decenni. Io credo che questo paese si possa rialzare, ma serve gente vera, con coraggio e soprattutto ONESTA, perché senza quella il futuro sarebbe decisamente nero, ancora più di questo presente alquanto difficile da digerire. Onestà, valori e intenti comuni, questi ci uniscono in un unico scopo, l'Italia....e per curare le sue ferite, bisogna partire dal basso, e noi lo faremo da Carrara. E voi?

 

VATTERONI Roberto Nato a Carrara il 12 Aprile 1970

Stato civile: Coniugato, con 2 figli di 11 e 14 .

Occupazione: Libero Professionista

Interessi/Hobby/attività extra: Amo la vita e la mia famiglia

Parlo di me: Mi sono diplomato nel 1990 Perito Industriale Capo Tecnico , con specializzazione in Chimica Industriale ad Avenza. Per necessità economica ho lavorato in qualità di carpentiere in ferro dal 90 al 95 presso le Officine Meccaniche Capovani Pietro. Ho affinato le mie conoscenze nel settore delle riparazioni marittime : bordo nave e container. Ho intrapreso così l'attività di Consulente Tecnico nel 1995,ottenendo tre certificazioni a livello Mondiale e l'iscrizione all' Albo dei Periti ed Esperti presso la C.C.I.A.A. di MASSA-CARRARA .

Mi sono candidato perché: Nel Movimento 5 Stelle posso realizzare il grande sogno di "Dare un bel calcio nel culo alla classe politica italiana , ai politicanti di professione, a tutti coloro che vivono sulle spalle di noi onesti cittadini" . Condivido il Non Statuto e la Carta di Firenze !

 

VIGANO’ Chiara Nata a Viareggio il 16 Dicembre 1979

Stato civile: Nubile

Occupazione: Marketing Manager presso la AvMap srl

Interessi/Hobby/attività extra: viaggi, fotografia, danza, sono appassionata di tecnologia ma adoro anche 'andare per funghi'

Parlo di me: laurea in international business, ho avuto l'opportunità di studiare un anno a New York, ho lavorato nel mondo della comunicazione in Grecia e Indonesia, sono tornata a casa perché amo l'Italia! Mi sono unita al gruppo Meetup di Carrara nel 2006.

Mi sono candidata perché: avendo vissuto per un periodo all'estero mi rendo conto che il nostro è un territorio stupendo ma maltrattato e impoverito mentre potrebbe essere un paradiso. Condivido i principi fondamentali del Movimento per la creazione di un comune virtuoso a 5 stelle e ne condivido soprattutto il metodo: ognuno vale uno. Possiamo riportare il comune in mano ai cittadini, sono convinta che quando i cittadini si interessano e partecipano alla gestione del bene comune, le cose possono solo migliorare!

 

Mercoledì 04 Aprile 2012 14:43

Programma del Movimento 5 Stelle Carrara 2012

Pubblicato in Programma Scritto da Administrator
Valuta questo articolo
(32 voti)
Introduzione

Scarica e diffondi il programma in formato PDF (500kb)


Introduzione

Programma in MoVimento:

Questo programma nasce da un percorso formativo e di scambio culturale che abbiamo intrapreso tempo fa, attraverso un confronto con le associazioni attive sul territorio, con la cittadinanza, e attraverso una serie di incontri ed assemblee, intitolati " la parola ai cittadini" che abbiamo realizzato nella maggior parte dei quartieri del comune, dai paesi a Monte al Mare, dove le proposte più votate sono state inserite in questo programma. La lista civica nasce dal bisogno di comuni cittadini di impegnarsi in prima persona per il bene della collettività entrando direttamente all'interno delle istituzioni. Grazie alla rete del blog nazionale beppegrillo.it ed alla rete locale dei Meetup, fin dal 2006 siamo attivi sul territorio per proporre soluzioni ai problemi della città facendo anche iniziative ed informazione di carattere nazionale;

E' arrivato il momento di entrare nelle istituzioni.

 

Una Carrara a 5 Stelle
Il MoVimento 5 Stelle non è un partito politico né si intende che lo diventi in futuro. Esso vuole essere testimone della possibilità di realizzare un efficiente ed efficace scambio di opinioni e confronto democratico al di fuori di legami partitici e senza la mediazione di organismi direttivi o rappresentativi, riconoscendo alla totalità dei cittadini il ruolo di governo ed indirizzo normalmente attribuito a pochi. L'obiettivo della politica non è l'arricchimento di pochi, ma la felicità di tutti.
Viviamo in un territorio economicamente in crisi: Carrara è il secondo comune in Italia con l'indebitamento pro-capite maggiore e l'economia privata sta svanendo, chiudono fabbriche, negozi e uffici, per cui per trovare un lavoro si deve spesso emigrare al nord o all'estero. Chiunque amministrerà il Comune si troverà di fronte ad una situazione drammatica. Crediamo che il comune di Carrara abbia le risorse e i valori per aprire una nuova stagione e uscire dalla crisi, a patto che si verifichi un cambiamento profondo. Né il centrosinistra né il centrodestra sono capaci di questo; sono privi di idee utili alla collettività, sono legati alle clientele e ai salotti, e ragionano con modelli di sviluppo ottocenteschi: la grande fabbrica, la grande infrastruttura. Ma nel ventunesimo secolo, nell'Occidente sviluppato, la ricchezza può anche derivare solo dalle idee, dai servizi, dalle produzioni immateriali e sociali, da un modo diverso di concepire l'uomo e l'ambiente. Di fronte ad un'intera classe politica sempre più autoreferenziale, sempre più casta, impegnata ad occupare poltrone e distante dai problemi reali delle persone comuni, è necessaria una presa di coscienza e di posizione chiara. E' necessario che la cittadinanza si riavvicini alla politica per controllarla e si proponga per amministrarla direttamente con nuove forme di partecipazione rese possibili anche dalla rete, quale strumento di democrazia tanto formidabile quanto temuto dalla casta e dal potere.

 

Ognuno vale Uno.
Grazie all'impegno di tutti si persegue il bene della collettività. Tutti ci ritroviamo uniti nella convinzione che non vi sarà cambiamento se ciascuno non prenderà l'azione politica nelle sue mani, e allora partiamo dal Comune di Carrara. I Comuni decidono della vita quotidiana di ognuno di noi. Possono avvelenarci con un inceneritore o avviare la raccolta differenziata. Fare parchi per i bambini o porti per gli speculatori. Costruire parcheggi o asili. Privatizzare l'acqua o mantenerla sotto il loro controllo. Dai Comuni si deve ripartire a fare politica.
Per fare questo, però, abbiamo bisogno dell'apporto di tutti. I partiti e i gruppi di interesse che controllano questa città ripropongono candidati del passato e facce nuove legate alla vecchia politica. Noi vogliamo scardinare questa logica: abbiamo le capacità e competenze per governare Carrara e ci presentiamo per offrirvi una vera, storica alternativa. Noi vogliamo essere i vostri "dipendenti" in Comune, abbiamo tante idee e proposte concrete, ma non possiamo cambiare Carrara da soli. Abbiamo bisogno del vostro aiuto per farci conoscere e del vostro contributo sugli argomenti che vi stanno a cuore.
Contattateci e partecipate.
Grazie!

 

Scarica e diffondi il programma in formato PDF (500kb)

 

Torna su

 


Capitolo 1. Prerequisiti ed impegni dei candidati:

Alle prossime elezioni amministrative presenteremo un candidato Sindaco e 23 Consiglieri tutti candidati ad essere i portavoce dei cittadini nel Consiglio Comunale; non intendiamo avere una poltrona da scaldare per i prossimi 5 anni né iniziare una carriera politica, saremo dei veri e propri dipendenti dei cittadini di Carrara; gli eletti non avranno margini di manovra, il nostro lavoro sarà quello di raccogliere e introdurre nelle istituzioni le istanze e le proposte del movimento. Il mandato sarà vincolato sia da un punto di vista temporale sia da un punto di vista della qualità del lavoro svolto all'interno delle istituzioni.
  • Non essere politici di professione (avere esercitato al massimo un mandato in una carica politica elettiva).
  • Non avere tessere di partito.
  • Essere incensurati (visura del Casellario Giudiziario vuota).
  • Essere residenti nel Comune di Carrara.
  • Nessun doppio incarico elettivo e/o in consigli di amministrazione di aziende pubbliche (esempio: Assessore comunale e Consigliere provinciale, oppure Consigliere Comunale e Membro del C.d.A. di azienda controllata dal Comune).
  • Decurtamento di rimborsi spese e gettoni di presenza fino al minimo previsto dalla legge.
  • Rimborsi dei Consiglieri Comunali in base alle effettive presenze in commissione o consiglio comunale (a gettone di presenza e non con "indennità di funzione").
  • Rendiconti mensili on-line di ogni tipo di compenso, gettone, rimborso o altre somme erogate dal Comune a favore dell'eletto.
  • Incontri periodici con i cittadini per valutare proposte e idee da portare in consiglio (ogni sei mesi).
  • Incontri periodici con comitati ed associazioni per analizzare problemi e studiare soluzioni (ogni sei mesi).
  • Presentarsi annualmente ai sostenitori presentando l'attività svolta nei 12 mesi precedenti e chiedendo riconferma dell'incarico, altrimenti dimissioni.
  • Rendiconti costanti di quanto viene discusso e deliberato nelle sedi istituzionali, anche via internet.
  • Disponibilità a fornire atti e documenti pubblici a cittadini ed associazioni che ne facciano richiesta anche informale.
  • Tutte le decisioni su Carrara saranno prese a Carrara: gli eletti risponderanno solo al programma,ai cittadini ed alla loro coscienza, senza ingerenze da parte di segreterie o direttivi ad un "livello superiore".
  • I candidati non eletti si impegnano a formare uno staff di collaboratori volontari a supporto dei candidati eletti, allo scopo di aumentarne l'incisività nelle istituzioni.

 

Scarica e diffondi il programma in formato PDF (500kb)

 

Torna su

 


Capitolo 2. Energia (rinnovabile e risparmio energetico)

(Clicca sull'argomento per aprire la specifica discussione sul meetup)

Non esiste energia più pulita e più economica di quella che non utilizziamo. E' necessario partire da questo presupposto per arrivare ad una gestione virtuosa dei fabbisogni energetici. La massima priorità deve quindi essere data alla implementazione di soluzioni di efficienza energetica e di riduzione dei consumi. Laddove non si arriva con la maggiore efficienza occorre incentivare la produzione ed il consumo da fonti rinnovabili. Bisogna che la comunità sia preparata al progressivo cambiamento del costo dell'energia e della disponibilità, cambiamento che già abbiamo tutti sotto gli occhi. Si può fare molto anche a livello comunale per gestire la transizione della produzione di energia da pochi grandi impianti verso una produzione diffusa e localizzata. L'intelligenza sarà l'energia del futuro.

(Clicca sull'argomento per aprire la specifica discussione sul meetup)


Scarica e diffondi il programma in formato PDF (500kb)

 

Torna su


Capitolo 3. Rifiuti (Zero)

Il Movimento 5 Stelle si batte da anni per l'adozione sostanziale della Strategia Rifiuti Zero; nel 2008 abbiamo presentato da cittadini al Comune di Carrara un dossier preparato con l'ausilio di Rossano Ercolini, direttore del Centro Ricerca Rifiuti Zero di Capannori, su questo approccio alla gestione integrata del ciclo dei rifiuti chiedendone l'immediata adozione. Ovviamente il nostro progetto non è stato bocciato, semplicemente è stato messo in un cassetto e li è rimasto; il nostro Comune del resto,
aveva deciso di investire nel FALLIMENTARE impianto di ErrErre SPA (controllata da Cermec). In questi anni molti comuni anche in Italia hanno aderito con ottimi risultati.
L'intero concetto di rifiuti dovrebbe essere eliminato dal nostro pensiero ed essere sostituito con la parola risorsa. La strategia Rifiuti Zero adottando un approccio sistemico, globale, porta delle risposte a più rapida innovazione, raggiungendo facilmente l'obiettivo rifiuti zero. Si tratta di una visione coraggiosa che riconoscendo i limiti della natura e dell'uomo e riconoscendo che la natura è ciclica e che non esistono in natura i rifiuti, adotta tutte le strategie per creare un sistema ciclico sostenibile.
Rifiuti Zero mira alla sostenibilità ambientale, grazie ai miglioramenti di progettazione, al riuso, al riciclo alla raccolta porta a porta spinta. Una strategia Rifiuti Zero supporta tutti i tre obiettivi della sostenibilità: benessere economico, protezione dell'ambiente e benessere sociale. L'adozione della strategia ha un impatto positivo sull'occupazione permettendo l'investimento in personale locale e permette la riduzione dei costi sulla gestione complessiva; da una analisi della Regione Lombardia emerge chiaramente che in generale ad una raccolta differenziata più alta non corrispondano affatto costi totali più elevati rispetto ai comuni meno efficienti nelle raccolte differenziate.

 

Scarica e diffondi il programma in formato PDF (500kb)

 

Torna su


Capitolo 4. Mobilità (Sostenibile)

Tra le prime dieci aziende mondiali per fatturato, sei sono società petrolifere ed una produce auto.
La mobilità privata si fonda al 90% sull'uso di petrolio o suoi derivati. E' inevitabile? Esistono percorsi virtuosi in grado di farci migrare da questo tipo di mobilità verso altri più rispettosi dell'ambiente ma soprattutto più efficienti? Come Maurizio Pallante, esperto di decrescita felice, non smette mai di ricordarci, Decrescita significa iniettare conoscenza, sapere e consapevolezza sulle pratiche quotidiane. E' la tecnologia e l'uso intelligente delle opzioni disponibili che ci porterà verso una Decrescita davvero felice.

 

Scarica e diffondi il programma in formato PDF (500kb)

 

Torna su


Capitolo 5. Acqua (Pubblica)

Noi riteniamo che l'acqua sia realmente un bene naturale e un diritto umano universale la cui disponibilità e l'accesso devono essere considerati diritti inalienabili ed inviolabili della persona.
Per queste ragioni abbiamo aderito, partecipato e sostenuto sin dalla sua costituzione il Comitato Referendario, compartecipando attivamente all'ottenimento della straordinaria vittoria referendaria dello scorso giugno. Noi ci riconosciamo pienamente nelle istanze del ''Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua Bene Comune'' che ha promosso la campagna referendaria e ha proposto una Legge di iniziativa popolare in tema di Sevizio Idrico Integrato; tale proposta è volta ad affermare, nell'attuazione concreta di essa, che l'acqua è un bene finito, necessario per tutti gli esseri viventi e che le acque superficiali e sotterranee sono pubbliche e non mercificabili e costituiscono una risorsa
che deve essere salvaguardata ed utilizzata razionalmente secondo criteri di solidarietà e di coesione sociale. L'uso dell'acqua per l'alimentazione e l'igiene umana deve essere prioritario rispetto agli altri usi e deve essere sempre garantito. Gli acquedotti, le fognature, gli impianti di depurazione e le altre infrastrutture e dotazioni patrimoniali necessarie al servizio idrico integrato costituiscono il capitale tecnico necessario e indispensabile per lo svolgimento di un pubblico servizio e sono proprietà degli
enti locali, i quali non devono cederla.
Noi riteniamo che i cittadini debbano essere i sovrani dell'acqua potabile di rubinetto, il bene più prezioso, e che il servizio idrico integrato debba essere gestito attraverso un ente di diritto pubblico e non tramite una società per azioni come avviene attualmente con GAIA SPA, a prescindere dal fatto che -seppur fortunatamente- l'esito referendario ne abbia temporaneamente scongiurato la privatizzazione. Proponiamo l'avvio di un percorso per l'adozione di un ente di diritto pubblico per la gestione del servizio idrico integrato, sia esso una azienda speciale o una azienda speciale consortile, costruito e amministrato secondo criteri di economicità, efficienza, trasparenza e partecipazione
dei cittadini; non vogliamo l'ennesimo carrozzone pubblico in cui i partiti si spartiscano nomine e potere ma una entità autonoma dal punto di vista gestionale, economico e finanziario, che non abbia finalità di lucro o comportamenti privatistici -come avviene oggi- ma l'obiettivo del pareggio di bilancio e la fornitura di un servizio interamente pubblico, partecipato dalla cittadinanza, solidale nei comportamenti e nelle tariffe.

 

Scarica e diffondi il programma in formato PDF (500kb)

 

Torna su


Capitolo 6. Connettività (Agenda Digitale)

La connettività è uno dei beni fondamentali nella società moderna. Riteniamo che sia un dovere del Comune di Carrara Incentivare la possibilità per i cittadini di accedere alla rete.

 

Scarica e diffondi il programma in formato PDF (500kb)

 

Torna su

 

Capitolo 7. Democrazia (diretta) e Trasparenza

La democrazia basata sulla delega in bianco ai politici è imperfetta in quanto concentra troppo potere decisionale nelle mani di poche persone. Il MoVimento 5 Stelle si propone di introdurre, anche attraverso la modifica dello Statuto Comunale, strumenti di democrazia diretta che riportano nelle mani dei cittadini il potere di prendere direttamente alcune decisioni e di avere strumenti di controllo sull'operato degli amministratori.

 

Scarica e diffondi il programma in formato PDF (500kb)

 

Torna su


Capitolo 8. Marmo e Apuane

Crediamo che il nostro programma sia il primo vero piano economico riguardante le Alpi Apuane, non esclusivamente legato allo sfruttamento dell'attività estrattiva. Da sempre, ma ancor più negli ultimi decenni, il marmo è stata una risorsa per pochi ed un problema per tutta la collettività. Per anni abbiamo sopportato le numerose esternalità negative dell'industria estrattiva, dal disagio del traffico dei camion al dramma dell'inquinamento dell'aria, fino ad arrivare ad una situazione di bilancio comunale disastrosa dovuta in gran parte all'esborso necessario alla costruzione della ''Strada Dei Marmi''. Industria che purtroppo si caratterizza anche per un continuo calo occupazionale.
Le nostre montagne non sono infinite, non si stanno ''coltivando gli agri marmiferi'' ma si sta portando avanti un processo industriale destinato ad esaurirsi.
Noi vogliamo che il marmo torni ad essere al più presto una risorsa economica per la comunità che ne sopporta gli oneri e che diventi un volano per innescare progetti economici legati al turismo, alla cultura, all'agricoltura e all'allevamento nel rispetto dell'ecosistema apuano.

 

Scarica e diffondi il programma in formato PDF (500kb)

 

Torna su

 

Capitolo 9. Urbanistica ed Edilizia

L'urbanistica è lo strumento che l'amministrazione userà con determinazione per raggiungere obiettivi tutti volti alla creazione di una città orientata ad essere la casa pubblica della popolazione, in una nuova visione di equilibrio tra Uomo ed Ambiente. Le priorità saranno quelle di evitare di privare la collettività di beni condivisi, di recuperare le finalità economico-sociali degli spazi urbani, di dare impulso e premiare il recupero del patrimonio edilizio a favore della riduzione del consumo indiscriminato e disordinato di territorio. Coerentemente con i principi del movimento sarà prioritaria la partecipazione della cittadinanza nelle scelte di maggior impatto sul luogo urbano, perché si riaccenda il senso della proprietà comune della città e conseguentemente lo stimolo alla sua protezione e custodia.

 

Scarica e diffondi il programma in formato PDF (500kb)

 

Torna su


Capitolo 10. Bilancio Comunale

Il bilancio è uno strumento fondamentale per la gestione finanziaria del territorio.
Racchiude al suo interno le fonti attraverso il quale il Comune reperisce le risorse necessarie a finanziare i servizi indispensabili per la comunità e le decisioni sugli investimenti volti a migliorarne la qualità della vita. Oltre che l'attuale crisi economica, ci troveremo ad affrontare un indebitamento del Comune di Carrara di milioni di euro (il secondo comune più' indebitato d'Italia con una percentuale di debito sulle entrate correnti pari a 252,2%, e un debito di 2.375 euro pro capite).
La nostra politica sarà pertanto imperniata sul risparmio, la riduzione degli sprechi e l'equità nel prelevamento fiscale secondo il principio costituzionale di capacità contributiva.
Trasparenza e partecipazione saranno punti cardine della nostra gestione amministrativa.
Noi vogliamo introdurre innovativi strumenti di democrazia diretta, quali il Bilancio partecipativo, destinati a diventare il futuro della vita civica e che sono già utilizzati da numerosi comuni italiani.
Si tratta di una pratica piuttosto diffusa nel mondo e riconosciuta come valido strumento amministrativo di gestione efficace ed efficiente delle risorse comuni.
La collettività deve riacquistare un ruolo attivo e centrale nella vita politica; pertanto deve avere la possibilità di intervenire sulle metodologie di impiego delle risorse di cui il Comune dispone.
Il bilancio partecipato è lo strumento più innovativo in termini di comunicazione sociale, ha un orizzonte temporale orientato al futuro e permette ai cittadini, sia singolarmente sia tramite le associazioni attive sul territorio, di partecipare fattivamente alle decisioni di spesa e investimento.

 

Scarica e diffondi il programma in formato PDF (500kb)

 

Torna su

 


Capitolo 11. Politiche Sociali e terzo settore

(Clicca sull'argomento per aprire la specifica discussione sul meetup)

Il benessere e la grandezza di una comunità si misurano anche da quanto essa riesce a prendersi cura dei più deboli, cercando sempre di capire e risolvere i motivi del disagio che una persona vive.
E' necessario assumere la consapevolezza politica e culturale che le pratiche inclusive non rispondono solo ai bisogni di chi è escluso e messo ai margini, ma rispondono anche al bisogno di sicurezza che ognuno desidera. Le politiche sociali devono intrecciarsi anche con le scelte urbanistiche, con la cultura, con i percorsi partecipativi, con l'ambiente e con i trasporti, al fine di poter ottenere quella città accogliente, orgoglio per ogni suo cittadino.

(Clicca sull'argomento per aprire la specifica discussione sul meetup)


Scarica e diffondi il programma in formato PDF (500kb)

 

Torna su


Capitolo 12. Sanità

In previsione dell'apertura del Nuovo Ospedale Apuano ( N.O.A. ), la sanità nel nostro territorio, subirà un profondo cambiamento: nel nuovo ospedale sarà applicata l'intensità di cura per cui i ricoveri saranno di breve durata. Per questa ragione è necessario mantenere una serie di servizi nella struttura ospedaliera della città e creare una rete sanitaria territoriale efficiente potenziando i distretti.
La struttura ospedaliera di Carrara deve mantenere piena capacità operativa fino all'apertura e all'entrata a regime del Nuovo Ospedale delle Apuane ( N.O.A. ), nessuna unità operativa dovrà essere trasferita fino ad allora.
Il compito di analizzare sprechi, anomalie, carenze nei servizi deve essere un percorso condiviso e non calato dall'alto solo con tagli che riguardano le risorse, anziché promuovere la salute come bene fondamentale garantito dalla costituzione.
Le proposte che seguono sono frutto della collaborazione con l'associazione "E. Frediani".

 

 

Scarica e diffondi il programma in formato PDF (500kb)

 

Torna su


Capitolo 13. Turismo

Ora o mai più. E' arrivato il momento di puntare con decisione alla vocazione turistica del nostro territorio, unico al mondo ma cosi tanto maltrattato e sottovalutato.
Il Comune si dovrà attivare per mettere in atto politiche per la promozione turistica, attraverso la salvaguardia e riqualificazione del territorio. Valorizzare la storia, l'ambiente e la cultura, promuoverà la creazione di nuove imprese per iniziare un nuovo futuro di transizione da un' economia di rapina ad un' economia a misura d'uomo.

 

Scarica e diffondi il programma in formato PDF (500kb)

 

Torna su


Capitolo 14. Lavoro

Ogni punto del nostro programma oltre a rendere la nostra città più vivibile ed a misura d'uomo sarà volto anche a creare nuova occupazione sostenibile e qualificata; alcuni esempi:
  • dal turismo (creazione di nuove imprese turistiche, attività commerciali, ricreative e di servizi).
  • dalla connettività (grazie al telelavoro si potranno attrarre sul territorio nuove imprese correlate all'utilizzo di internet)
  • dalla Strategia Rifiuti Zero (risparmiando sui costi di smaltimento in discarica si potranno assumere nuovi operatori per estendere a tutto il territorio Comunale la raccolta differenziata porta a porta)
  • dalla filiera corta (aumento dell'occupazione agricola per le produzioni locali biologiche nonché grazie al recupero del territorio collinare e boschivo)
  • dall'urbanistica e dal programma energetico (la riqualificazione degli edifici creerà nuove opportunità per imprese edili locali, e professionisti)
  • dal bilancio (grazie alla trasparenza ed alla riduzione degli sprechi sarà possibile promuovere attività culturali dando spazio a nuove iniziative culturali, gruppi musicali, spettacoli teatrali, ecc.)

E poi grazie agli impegni sottoscritti i nostri eletti (e solo i nostri) dopo un massimo di due mandati torneranno a tempo pieno ad occuparsi delle loro attività!

Torna su

 

Scarica e diffondi il programma in formato PDF (500kb)

Venerdì 23 Marzo 2012 00:38

Impegni dei candidati

Pubblicato in Programma Scritto da Meetup Carrara
Valuta questo articolo
(11 voti)

Impegni dei candidati della lista MoVimento 5 Stelle di Carrara per le elezioni amministrative di Carrara 2012:

 

- Prerequisiti per entrare in lista:

 

Non essere politici di professione (avere esercitato al massimo un mandato in una carica politica elettiva).

Non avere tessere di partito.

Essere incensurati (visura del Casellario Giudiziario vuota).

Essere residenti nel Comune di Carrara.

 

- Impegni in caso di elezione:

 

Rifiuto di qualsiasi rimborso elettorale o finanziamento delle spese sostenute per le elezioni.

Nessun doppio incarico elettivo e/o in consigli di amministrazione di aziende pubbliche (esempio di doppio incarico: Assessore comunale e Consigliere provinciale, oppure Consigliere Comunale e Membro del CdA di azienda controllata dal Comune).

Decurtamento di rimborsi spese e gettoni di presenza fino al minimo previsto dalla legge.

Rimborsi dei Consiglieri Comunali in base alle effettive presenze in commissione o consiglio comunale (a gettone di presenza e non con “indennità di funzione”).

Rendiconti mensili on-line di ogni tipo di compenso, gettone, rimborso o altre somme erogate dal Comune a favore dell’eletto.

Incontri periodici con i cittadini per valutare proposte e idee da portare in consiglio (ogni sei mesi).

Incontri periodici con comitati ed associazioni per analizzare problemi e studiare soluzioni (ogni sei mesi).

Presentarsi annualmente ai sostenitori presentando l’attività svolta nei 12 mesi precedenti e chiedendo riconferma dell’incarico, altrimenti dimissioni.

Rendiconti costanti di quanto viene discusso e deliberato nelle sedi istituzionali, anche via internet.

Disponibilità a fornire atti e documenti pubblici a cittadini ed associazioni che ne facciano richiesta anche informale.

Tutte le decisioni su Carrara saranno prese a Carrara: gli eletti risponderanno solo al programma, ai cittadini ed alla loro coscienza, senza ingerenze da parte di segreterie o direttivi ad un “livello superiore”.

I candidati non eletti si impegnano a formare uno staff di collaboratori volontari a supporto dei candidati eletti, allo scopo di aumentarne l’incisività nelle istituzioni.

 

 

Martedì 21 Febbraio 2012 23:35

Programma in corso...

Pubblicato in Programma Scritto da Michele
Valuta questo articolo
(4 voti)

Il programma del MoVimento 5 Stelle di Carrara è in corso di sviluppo, nel giro di un paio di settimane dovremmo essere in grado di pubblicarlo in anteprima sul sito.

 

Il programma nasce da un lungo percorso di analisi dei problemi della città e conseguente messa a punto di idonee soluzioni. Questo lavoro è iniziato nell'estate del 2011 incontrando le varie associazioni e comitati del territorio che hanno grande esperienza e competenza su specifici problemi o tematiche. Nei mesi successivi abbiamo organizzato una serie di incontri chiamati "La parola ai cittadini" utilizzando un metodo innovativo che permette a tutti di esprimersi liberamente e di valutare le soluzioni di altri cittadini. In questo modo è stato possibile ascoltare le proposte dei cittadini nei vari quartieri delle città. A seguito di tutti questi input viene svolto quindi un lavoro di valutazione e sintesi, per dare vita ad un programma veramente partecipato, scritto dai cittadini per i cittadini.

 

Partecipa alla stesura!

Se ritieni di avere delle buone idee per risolvere i problemi della nostra città, sei ancora in tempo, ma affrettati che il tempo di presentare il programma sta arrivando.  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. oppure vieni ad una delle prossime riunioni del Martedì sera o passa dal banchetto che facciamo tutte le Domeniche lungo la passeggiata del molo di ponente a Marina di Carrara! Questo è il momento di tirare fuori le idee ed unire le intelligenze dei cittadini, come ormai hanno capito tutti, se non lo facciamo noi cittadini, nessuno si prenderà a cura dei problemi della città!

 

Sostieni il M5S Carrara

paypal carrara 2017