Carrara 5 Stelle

Mercoledì 08 Marzo 2017 13:09
Valuta questo articolo
(2 voti)

Politeama, De Pasquale: «Riprendiamoci il teatro. Carrara capitale della musica»

Politeama, De Pasquale: «Riprendiamoci il teatro. Carrara capitale della musica»

Il Movimento 5 Stelle interviene preoccupato dopo l’ennesima azione di messa in sicurezza dei Vigili del Fuoco. «Responsabilità di questa amministrazione e di quelle precedenti che hanno condonato gli abusi»

 

Carrara, 08/03/2017

 

«L’ennesimo intervento dei Vigili del Fuoco sul Politeama, non fa che accrescere le nostre preoccupazioni su una situazione che questa amministrazione ha dimostrato di non saper gestire».  Commenta così Francesco De Pasquale, portavoce del Movimento 5 Stelle in Consiglio comunale, l’episodio accaduto lunedì al teatro di piazza Matteotti.

«Le responsabilità — prosegue — non sono solo imputabili all’amministrazione attuale, ma anche a quelle precedenti che hanno condonato gran parte delle opere abusive e delle speculazioni che hanno appesantito la struttura, oggi inutilizzabile dai cittadini».

«Il nostro obiettivo — dice De Pasquale — è restituire ai carraresi il Politeama, un bene pubblico destinato alla cittadinanza, come stabilito dal Rogito Attuoni. Per far ciò il Comune dovrà appropriarsi del teatro perché solo in questo modo si potrà accedere ai finanziamenti pubblici per i lavori necessari al ripristino. Riprendiamoci il teatro: la lirica, il jazz e la musica in generale dovranno tornare a essere protagonisti a Carrara».

«Dopo la vittoria alle elezioni, entro il primo anno di amministrazione — conclude il portavoce pentastellato — ci impegneremo a definire la situazione e le conseguenti azioni individuate».

 


Movimento 5 Stelle Carrara

 

Ultima modifica Mercoledì 08 Marzo 2017 13:11

Accedi

Logo

18.06.2019 - 12:00
Luogo: Comune di Carrara

20.06.2019 - 21:15
Luogo: Punto di Incontro M5S Carrara

Attualmente siamo 752 iscritti

Carrara 5 Stelle nel Web

Meetup Carrara

 

 

Canale YouTube

 

Campagne

 

 

Woodstock 5 Stelle

 

Free Assange