Carrara 5 Stelle

Mercoledì 26 Aprile 2017 12:27
Valuta questo articolo
(0 voti)

Il “Dibba” ad Avenza per il “Depa”

Il “Dibba” ad Avenza per il “Depa” - Bagno di folla in piazza Finelli

M5S, Alessandro Di Battista a Carrara per sostenere la candidatura a sindaco di Francesco De Pasquale. «Non vi chiedo il voto, vi chiedo coscienza»

 

Carrara, 24/04/2017

 

«Si sono divisi per giocare alla scenetta del poliziotto buono/poliziotto cattivo. State attenti». Ha usato queste parole Alessandro Di Battista, deputato del Movimento 5 Stelle, riferendosi alle divisioni della maggioranza locale che si presenterà con tre candidati a sindaco il prossimo 11 giugno. Bagno di folla per il deputato pentastellato arrivato ad Avenza per sostenere la candidatura a sindaco di Francesco De Pasquale.

Il “Dibba” ha sottolineato che a Carrara, come in altre realtà italiane, vige la logica del voto di scambio, definito «un cancro che il reddito di cittadinanza spazzerà via». «Non vi chiedo il voto, vi chiedo coscienza — ha proseguito nel suo intervento Di Battista — Non possiamo continuare a lamentarci al bar e poi votare sempre dalla stessa parte, date una mano a questa lista di persone come voi». Ventiquattro cittadini candidati al Consiglio comunale, quelli del Movimento 5 Stelle di Carrara, che al termine dell’evento sono saliti sul palco stringendosi attorno a De Pasquale.

Il “Depa” nel suo intervento ha elencato cosa non va di Carrara e quello che si dovrà fare per evitare il tracollo per la città. «Erediteremo una città in totale degrado: un debito di 177 milioni di euro, un territorio dissestato dal punto di vista idrogeologico che parte dalle cave con i suoi cumuli di terre, palazzi che crollano dal Politeama all’ex-biblioteca alle scuole, solo per elencarne alcuni. Due cose però erediteremo che la maggioranza non ha fatto in tempo a modificare — ha spiegato il candidato sindaco pentastellato —: il Poc (il regolamento urbanistico) e il regolamento degli agri marmiferi che potremo concludere e definire noi, sempre nell’ottica della legalità».

Ad aprire l’evento con Di Battista, il consigliere regionale, avenzino doc, Giacomo Giannarelli che ha ripercorso la storia del Movimento locale: «Un’avventura iniziata proprio undici anni fa qui ad Avenza e in questi anni abbiamo ottenuto nel 2012 tre consiglieri comunali, nel 2013 due senatrici e nel 2015 un consigliere regionale, candidato a presidente della Regione. Ci lasciano una città in macerie — ha proseguito il portavoce — I candidati a sindaco della maggioranza utilizzano frasi come “Mi fido di te” o “Cambiamo adesso”. No, non mi fido più di te! “Cambiamo adesso” dopo più di sessant’anni che avete avuto in mano la città? State a casa! L’11 giugno cambiamo voto. Coraggio Carrara, ce la possiamo fare».

Presente a sostegno di De Pasquale anche l’europarlamentare Fabio Massimo Castaldo che ha messo in evidenza il buon governo del M5S a livello locale, citando i casi di Pomezia che ha risanato il suo bilancio comunale e di Mira con l’introduzione del bilancio partecipato, una proposta presentata anche a Carrara. «L’11 giugno Carrara ha una grande chance — ha detto l’eurodeputato — quella di dare ai suoi cittadini un’amministrazione a Cinque Stelle».

«Sono orgogliosa di dire “sono di Carrara”» ha esordito, invece, la senatrice Laura Bottici che ha sottolineato il «grande lavoro dei nostri tre consiglieri comunali», puntando poi il dito contro il clientelismo e i tre candidati della maggioranza: «Vannucci, Zanetti, Spediacci: la solita combriccola di Zubbani. Carrara deve tornare a essere la capitale del marmo e dell’onestà».

 


Movimento 5 Stelle Carrara

 

Ultima modifica Domenica 30 Aprile 2017 20:16

Accedi

Logo

21.02.2019 - 13:00
Luogo: Comune di Carrara

21.02.2019 - 14:30
Luogo: Comune di Carrara

Attualmente siamo 747 iscritti

Carrara 5 Stelle nel Web

Meetup Carrara

 

 

Canale YouTube

 

Campagne

 

 

Woodstock 5 Stelle

 

Free Assange