Carrara 5 Stelle

Meetup Carrara

Meetup Carrara

Waterfront: approvata risoluzione del Movimento 5 Stelle

Mercoledì 28 Settembre 2016 14:23 Pubblicato in Comunicati stampa

Martedì 27 Settembre il MoVimento 5 Stelle Toscana, tramite il consigliere regionale Giacomo Giannarelli, ha presentato in Consiglio Regionale una risoluzione che riguarda direttamente il nostro territorio ed il porto di Marina di Carrara.

 

Questo documento impegna la Giunta Regionale a ”prevedere nell’accordo di programma [...] tra la stessa Regione e l’Autorità Portuale nazionale competente, l’esclusione del finanziamento di tutte le opere infrastrutturali di ampliamento verso il mare, come ad esempio lo spostamento della foce del torrente Carrione”.

 

Il contenuto presentato dal Movimento 5 Stelle Toscana è stato approvato all’unanimità dal Consiglio Regionale, e questo significa che non potranno essere finanziate opere di ampliamento verso il mare, come ad esempio il “pennello” che prolungherebbe in mare la sponda sinistra del torrente Carrione, previsto dall’Ambito 1 del progetto Waterfront di Marina di Carrara.

 

MoVimento 5 Stelle Carrara

 

Appello alla cittadinanza

Martedì 20 Settembre 2016 07:54 Pubblicato in Comunicati stampa

Il Movimento 5 Stelle di Carrara, è qui oggi per chiamare a raccolta la parte sana e le forze migliori della nostra città.

 

Abbiamo davanti a noi una occasione storica di cambiamento per Carrara, un evento che non si ripeterà. Il momento è adesso. L’unico strumento, tra i molti, che ha una reale occasione di cambiare il modo di fare politica a Carrara è il Movimento 5 Stelle, questo è evidente a tutti. Di conseguenza siamo di fronte ad una congiuntura unica: il quando è adesso e il come è il movimento 5 stelle.

 

Siamo consapevoli che non ci sarà un’altra occasione come questa.

 

Dato il momento storico, riteniamo doveroso, come gruppo del Movimento 5 Stelle di Carrara, aprirci a tutta la cittadinanza, perchè questo cambiamento abbia successo dovrà essere un percorso aperto a tutti. Non abbiamo, inoltre, la presunzione di ritenerci i migliori, ci sono in città persone con qualità eccezionali ed un etica cristallina, che non si sono voluti mescolare con la vecchia classe politica e quindi non hanno, fino ad ora, potuto essere partecipi alla vita della comunità.

 

Ci rivolgiamo a loro, alle migliori menti della città, alle persone oneste che non hanno potuto dare il contributo allo sviluppo della comunità, alle persone con idee e progetti lasciati marcire nei cassetti, a quanti hanno competenze che possono essere utili alla città. Abbiamo bisogno di voi, Carrara ha bisogno di voi e il momento di farvi avanti è adesso.

 

È ora che questa città venga amministrata con competenza, onestà e trasparenza, qualità indubbiamente necessarie e che fino a oggi sono mancate.

 

Tutte le decisioni su Carrara saranno prese a Carrara: quelli che saranno gli eletti in Consiglio Comunale risponderanno solo al programma e ai cittadini, senza ingerenze esterne: ecco perchè ognuno di noi può e deve fare del proprio meglio per poter cambiare questa città.

 

Da oggi chiunque potrà candidarsi, sia per far parte del Consiglio Comunale, sia per entrare a far parte della prossima Giunta a 5 Stelle.

 

Insieme, con le idee, le nostre proposte ed il lavoro, possiamo far rivivere la nostra città.

 

MoVimento 5 Stelle Carrara

 

Convivere, ovvero “fare vita comune nello stesso luogo”, stando alla definizione Treccani.

 

In queste poche parole c’è tutto il fallimento della comunità di Carrara.

 

Nella nostra città non c’è più nulla infatti che consenta di fare vita comune con i nostri concittadini, nè tanto meno partecipare attivamente alla società in qualsiasi forma.

 

Sono venuti progressivamente a mancare tutti i cinema, i teatri, i luoghi di aggregazione culturale, gli eventi culturali che, mancando totalmente una progettazione, sono come meteore che passano lasciando una debole scia.

 

Sono scomparsi del tutto i centri aggregativi e gli spazi per le attività sociali, politiche o di volontariato, che pure hanno avuto una importanza storica nella nostra comunità.

 

Le scuole - lo abbiamo visto - versano in condizioni tale che riescono a malapena a svolgere il loro compito, figuriamoci se possono anche svolgere funzioni aggregative al di fuori di esse.

 

Ogni funzione sociale e aggregativa è considerata come un extra, e per fruirne si è costretti a cambiare centro, spostandosi al di fuori della comunità.

 

Ecco quindi che non si tratta più di convivere, ma di coabitare: abitiamo nella stessa casa, ma non condividiamo nulla e non ci rivolgiamo neppure la parola.

 

Ecco quindi il paradosso: mentre negli anni il festival Conviere andava acquisendo maggior fama al di fuori della città, all’interno di essa ogni spazio di convivenza veniva viavia abbandonato, riducendo la città alla condizione di quei quartieri dormitorio delle periferie urbane e oggi, con questi quartieri, ci rendiamo conto di condividere i problemi.

 

E, paradosso nel paradosso, mentre nelle grandi città questo problema riguarda soprattutto le periferie, a Carrara il problema è tanto maggiore quanto più ci si avvicina al centro storico.

 

Lo stato della nostra comunità è questo, non per sfortuna o per un destino cinico, nè tanto meno per questione di cittadinanza o colore della pelle, ma perché se applichi ad una comunità gli stessi metodi che hanno portato al fallimento delle grandi periferie urbane, non potrai che ottenere gli stessi risultati.

 

Occorre ricostruire un tessuto sociale che si è disgregato, ma attenzione: non sarà facile e neppure veloce, e sopratutto non aspettiamoci che sia qualcun altro a farlo per noi.

 

Sta ad ognuno di noi metterci in gioco e fare la nostra parte, perché se è vero che non sarà veloce, è ancor più vero che dobbiamo iniziare al più presto possibile a invertire la rotta, avendo il coraggio di cambiare la gestione della nostra città.

 

Qualcuno in questi anni ha obbiettato che per mettere in atto certi progetti, per avere servizi sociali, centri di aggregazione, cinema e teatri, occorrano soldi. Ed è vero.

 

Ecco allora che c’è un’altra parola che deve sempre andare di pari passo con convivere, ed è condivisione. Ovvero, secondo Garzanti, “l’atto di condividere una risorsa”.

 

 

MoVimento 5 Stelle Carrara

 

Fontia: dopo un anno, nulla è cambiato

Giovedì 08 Settembre 2016 12:41 Pubblicato in Comunicati stampa

FONTIA: DOPO UN ANNO, NULLA E' CAMBIATO

 

Martedì sera il Movimento 5 Stelle, nei tanti incontri in programma nei quartieri e nelle frazioni della nostra città, ha incontrato i residenti di Fontia.

 

Già vennero incontrati all'incirca un anno fa, ma siamo delusi nel constatare che nulla da allora è cambiato: i problemi da sempre denunciati dai residenti sono ancora irrisolti e, purtroppo, prosegue l'abbandono della piccola frazione da parte dell'Amministrazione comunale.

 

I problemi che ci sono stati raccontati sono tanti, i soliti, e di diversa gravità: la strada completamente disagiata a seguito delle numerose frane che persistono ormai da anni, i parcheggi di fatto inesistenti, il divieto di transito alle biciclette nella strada che conduce a Santa Lucia, una pavimentazione dissestata (sempre se esistente) in gran parte del paese, i mezzi pubblici con le corse ridotte all'osso, la (completa) mancanza di spazi per i bambini e per i ragazzi, un cimitero ridotto in pessime condizioni, così come i lavatoi, e una politica sociale per il ripopolamento del paese completamente assente, così come assente è stata Amia alle continue richieste per l'installazione di una telecamera nell'isola ecologica.

 

Dulcis in fundo, le antenne: una situazione che, denunciano a Fontia, sta diventando sempre più difficile da risolvere, fino a che il Comune non si doterà di un Piano Comunale di Localizzazione delle Antenne.

 

Dopo quasi 10 incontri con i nostri concittadini, non riusciamo ancora a comprendere come l'Amministrazione comunale possa essere così sorda e menefreghista con i problemi dei suoi cittadini: una Amministrazione comunale che, è ormai evidente, riesce solo ad ascoltare le lobby e i potenti del territorio, dimenticandosi dei problemi delle frazioni e dei quartieri a monte della nostra città.

 

Una amministrazione che, e Fontia ne è la prova, non ha neanche a cuore la salute dei suoi abitanti: come fa il Comune a non dotarsi di un Piano delle Antenne (antenne che sforano i valori fino a 5 volte il limite consentito dalla legge) mettendo a rischio la salute dei propri concittadini?

 

 

MoVimento 5 Stelle Carrara

 

MISEGLIA: ANCHE QUI, GRAZIE AL COMUNE, I RAGAZZI HANNO UN LORO SPAZIO

 

Si è svolto martedì 30 agosto a Miseglia uno dei tanti incontri che il MoVimento 5 Stelle di Carrara ha programmato nei quartieri e nelle frazioni della nostra città.

 

Molti i problemi che i residenti hanno raccontato agli attivisti e ai consiglieri comunali presenti: dalla segnaletica stradale all'arredo urbano che versa in uno stato di completo abbandono, i bagni pubblici e i lavatoi chiusi da circa 30 anni e abbandonati a loro stessi, le ventole della Strada dei Marmi spesso spente che causano il diffondersi di polveri nel paese, un parcheggio che si è dimostrato completamente insufficiente per i residenti e che spesso, in mancanza di parcheggio, sono costretti a parcheggiare dove capita e rischiando una contravvenzione, così come ci è stato denunciato.

 

Un problema, quello del parcheggio, che crea un ulteriore problema di sicurezza: le ambulanze, infatti, sono spesso costrette a sostare sulla strada all'esterno del paese, impossibilitate ad entrare in centro.

 

Ma siamo dispiaciuti nel constatare che, fra tutti i problemi illustrati dai cittadini, anche qui ve ne è uno comune a tutti gli altri quartieri visitati sino ad oggi: la mancanza di uno spazio di aggregazione per i bambini e per i ragazzi.

 

A conferma di questo, durante l'incontro avvenuto martedì sera in Piazza Marco e Francesco, i ragazzi si erano ricavati il loro spazio sulla strada, in una curva: evidentemente quello è il punto migliore del paese per poter giocare, anche se in totale assenza di sicurezza.

 

Evidentemente la nostra Amministrazione è sorda nel recepire le istanze e i problemi dei suoi cittadini, non ha né tempo né voglia di risolverli e, soprattutto, non ha le capacità per tutelare e coltivare gli interessi dei nostri giovani.

 

 

MoVimento 5 Stelle Carrara

 

FOLLIA E SPREGIO DELLE REGOLE DEMOCRATICHE: ADESSO BASTA!

 

Appare evidente che l’amministrazione comunale sta portando avanti scelte politiche scellerate a vantaggio dei soliti noti e dei suoi accoliti, con modalità degne di una tirannia medioevale.

 

Quanto accaduto in merito al tanto discusso protocollo di intesa che consentirebbe il transito dei camion rasenta profili di assoluta follia e totale spregio delle regole democratiche. Il sindaco a dicembre dello scorso anno chiese alla sua maggioranza di votare contro una mozione che impediva il passaggio da Carrara dei camion provenienti dalle cave sul Sagro, con la promessa che lui “uomo delle istituzioni” (così si autocelebrava..), avrebbe prima sentito la Provincia, il Parco delle Apuane, per poi riferire al Consiglio sull'opportunità di approvare il transito dei camion; la sua maggioranza chiaramente ubbidiva, smentendo di fatto se stessa, visto che alcuni consiglieri avevano bocciato tale passaggio in commissione marmo solo pochi giorni prima.

 

Arriviamo a giugno, sulla stampa il sindaco dice chiaramente di aver firmato un protocollo di intesa per permettere il passaggio dei camion, ignorando quanto promesso al consiglio pochi mesi prima. Nel consiglio comunale successivo, a fine giugno, la maggioranza boccia una nostra mozione CONTRO il passaggio dei camion, e ne approva una propria in cui invita l'amministrazione ad autorizzare i tali passaggi; il 17 agosto, la perla nera: viene pubblicata una delibera di giunta del 9 giugno in cui la giunta approva uno schema di protocollo di intesa per permettere i transiti.


Tale inqualificabile comportamento viola i più basilari principi di trasparenza visto che la giunta, omettendo per oltre due mesi la pubblicazione della delibera, ha preso in giro non solo il Consiglio Comunale (o meglio.. la sua stessa maggioranza) ma anche i cittadini di Carrara che hanno il diritto di conoscere le scelte scellerate che incidono sulle loro vite.

 

Inoltre è altrettanto evidente quanto l’amministrazione, a cominciare dal sindaco, sia totalmente succube della lobby degli imprenditori del lapideo e del suo consigliere comunale (e provinciale) Lucio Boggi del PARTITO “democratico”, titolare proprio di una cava sul Sagro.

 

Questi amministratori stanno coprendo la città di vergogna con una linea politica che non rispecchia i valori democratici e che mette a rischio l’incolumità dei cittadini.

 

Auspichiamo che anche i consiglieri di maggioranza vogliano prendere atto che il consiglio è stato trasformato in  un votificio in cui si prendono decisioni dannose per la città e vogliano mettere fine a questa pericolosa agonia.

 

 

MoVimento 5 Stelle Carrara

 

REGOLAMENTO PER SFAVORIRE L'ATTENDAMENTO DEI CIRCHI CON ANIMALI:

COME MAI LA DIRIGENTE TOMMASINI BOICOTTA QUESTA POSSIBILITA'?

 

Non è bastato un ordine del giorno votato e approvato dal Consiglio Comunale nel 2014.

 

Non è servita nemmeno una successiva proposta di delibera con annessa proposta di regolamento analizzata più volte dagli uffici comunali e da ben tre commissioni consiliari congiunte alla presenza di veterinario dell’ASL, con successive  approvazioni unanimi nel 2015 e nel 2016.

 

Non è bastato nemmeno l’impegno pubblico dell’assessore per portare a compimento questo lungo iter regolamentare.

 

Ci chiediamo, quindi, come mai l’impegno di consiglieri comunali, di assessore, di dipendenti comunali, di cittadini e associazioni debba essere sprecato da questo incomprensibile ritardo causato dalla dirigente Tommasini che, malgrado l’impegno in commissione consiliare, non ha ancora provveduto a dare il suo parere di regolarità al nuovo regolamento.


Infatti, senza quest’ultimo passaggio, si impedisce l’approdo della votazione in Consiglio Comunale del nuovo Regolamento di Tutela degli Animali e che, se approvato, costituirebbe un’ interessante e valida novità in tutto il panorama toscano nella tutela degli animali utilizzati nei circhi.

 

E il Sindaco, come ha fatto altre volte, e sempre più colpevole della situazione che si è creata nel settore sociale, fa finta di niente e tollera il verificarsi di queste situazioni anomale.

 

 

MoVimento 5 Stelle Carrara

 

Una Staffetta per salvare la Costituzione

Lunedì 08 Agosto 2016 08:57 Pubblicato in Blog

Martedì 9 agosto il MoVimento 5 Stelle mette le scarpe da corsa per una Staffetta a difesa della Costituzione.

La partenza è prevista a Marina di Carrara dalla Spiaggia Libera della Fossa Maestra alle 14:30.

I corridori attraverseranno le tappe di Marina di Massa, Cinquale, Forte dei Marmi, Marina di Pietrasanta e Lido di Camaiore per arrivare a Viareggio in Viale Margherita alle 20:30, in corrispondenza con la tappa regionale del tour di Alessandro Di Battista “#IODICONO Costituzione Coast to Coast”.

 

Di seguito le tappe della staffetta:

- Partenza da Marina di Carrara, Spiaggia Libera della Fossa Maestra, ore 14.30

- Marina di Massa, P.zza Bad Kissingen, ore 15.50 - punto ristoro e informativo

- Cinquale, parco Undulna, ore 16.40 - punto ristoro e informativo

- Forte dei Marmi, Pontile, ore 17.55 - punto ristoro e informativo

- Marina di Pietrasanta, Pontile, ore 18.50 - punto ristoro e informativo

- Lido di Camaiore, P.zza Lemmetti, ore 19:45 - punto ristoro e informativo

- Arrivo a Viareggio, Viale Margherita, ore 20:30 - apericena

 

A dare il VIA alla Staffetta al punto di partenza (Spiaggia libera della Fossa Maestra, V.le C.Colombo angolo V. Fabbricotti, Marina di Carrara) parteciperanno il consigliere comunale De Pasquale (M5S Carrara), Martinelli (M5S Carrara), Ricciardi (M5S Massa) e la parlamentare Laura Bottici (M5S Senato)

 

 

SORGNANO: BAMBINI E ANZIANI RIVENDICANO I LORO SPAZI!

 

Ieri, martedì 2 agosto, il MoVimento 5 Stelle di Carrara ha incontrato i residenti di Sorgnano, in uno dei tanti tour che ogni martedì sera vede coinvolto il M5S nei quartieri e nei paesi della nostra città.

 

 

I residenti hanno approfittato quindi della visita degli attivisti del M5S, accompagnati dai consiglieri comunali Bonni e De Pasquale, per raccontare i loro problemi e quello che, secondo loro, non funziona nel piccolo borgo: la fermata dell’autobus posta davanti alla Pubblica Assistenza e fuori dal centro, rendendo difficoltoso l’utilizzo del servizio da parte di persone anziane o con difficoltà nei movimenti, e senza una pensilina per ripararsi durante le giornate invernali, nonchè la scarsa illuminazione e manutenzione di alcune strade del paese.

 

 

Non sono mancate, purtroppo, le lamentele anche da parte dei bambini, che hanno reclamato la mancanza di spazi attrezzati, se non un piccolo spazio ricavato dietro la Casa del Popolo che risulta, purtroppo, non sufficientemente attrezzato.

 

 

Il consigliere comunale Federico Bonni ha poi fatto vedere il “Centro diurno per anziani”: gioiello ultimato e pronto per essere utilizzato ma che, per incomprensibili ritardi burocratici, non è ancora stato consegnato alla cittadinanza.

A tal proposito, in un consiglio comunale di 2 mesi fa, fu presentata un’interrogazione al Sindaco per chiedere i motivi di questi ritardi.

La risposta data dal sindaco fu una generica preparazione del bando per affidare la gestione del centro: forse il sindaco attende l’avvicinarsi delle elezioni per inaugurare una struttura che potrebbe presto diventare fatiscente?

 

 

Martedì 9 agosto, dalle ore 21, saremo a Bonascola: anche lì non mancheremo di ascoltare i cittadini e le loro perplessità, i loro problemi e i loro consigli.

 

 

MoVimento 5 Stelle Carrara

 

CINEMA BALUARDO: LARGO ALLE INIZIATIVE DEI CITTADINI!

 

Il bambino che coltiva con amore la sua piccola rosa sull'asteroide, narra il racconto de "il piccolo principe" di Antoine de Saint-Exupéry: esattamente come hanno fatto i ragazzi del Cinema Baluardo, coltivando con amore la rosa/cultura in quell'asteroide che è diventato Carrara.

 

E non è certo un caso se i vigili sono arrivati per "disturbare" quel meraviglioso spaccio di cultura donata "a ufo" dai ragazzi del Cinema Baluardo. Come non è un caso che lunedì dopo lunedì il successo dell'iniziativa, realizzata a costi irrisori, è aumentato progressivamente, tanto da vedere la scalinata del Baluardo affollata di gente: dal bambino, al giovane, all'anziano che si porta il cuscino oppure la seggiola da casa...

 

Forse il successo, forse questa voglia di aggregazione, che ci è stata negata con la chiusura di cinema e teatri, con i tagli alla Cultura, con la crisi che ci morde ogni giorno, ha disturbato.

 

Così non va: consigliamo di fare un passo indietro in religioso silenzio e lasciar fare a questi ragazzi, perché erano anni che non vedevamo un'iniziativa popolare di tal successo a costo zero.

 

Portiamo la nostra solidarietà ai ragazzi del Cinema Baluardo.

 

Avanti così

 

MoVimento 5 Stelle Carrara

 

Pagina 7 di 46