Carrara 5 Stelle

Comunicati stampa
Comunicati stampa

Comunicati stampa (452)

Lunedì 23 Luglio 2012 05:23

Il Movimento 5 stelle contro il PAL

Pubblicato in Comunicati stampa Scritto da Claudio Giacomelli

Il Movimento 5 Stelle Carrara ribadisce la posizione, già espressa in consiglio comunale, sulla proposta del piano attuativo locale, PAL, presentata dall’azienda ASL. Il Movimento 5 Stelle ha preso in campagna elettorale degli impegni verso i propri concittadini ed intende mantenerli. Da una parte sottoscrivendo un documento proposto dall’associazione E. Frediani volto a salvaguardare il presidio cittadino, e dall'altra inserendo nella parte di programma dedicato alla sanità dei punti focali tra i quali uno dei più significativi era quello di non spostare reparti da Carrara almeno fino a quando non sarà pronto in Nuovo Ospedale delle Apuane che è in via di ultimazione.

 

Il P.A.L. si pone in netta antitesi rispetto ai predetti punti in quanto si prevede tra l'altro lo spostamento a Massa dei reparti di: Cardiologia, una eccellenza a livello toscano, ORL , Ortopedia; spostamenti programmati verso un ospedale, quello di Massa, che dovrà essere alienato. Il Movimento non ha posizioni immutabili ed è stato disponibile a cambiare idea se fossero state poste valide e ragionevoli argomentazioni, caratteristiche di cui questo P.A.L. manca totalmente.

 

Durante i lavori della commissione sanità sono emerse tutta una serie di criticità che riguardano gli interventi nella nostra provincia, in particolare il nostro comune, che sono state evidenziate da tutte le forze politiche. La lacuna più evidente è l’assenza di un programma che tenga conto del Nuovo Ospedale, pertanto mentre alcuni hanno definito questo P.A.L. straordinario, provvisorio, il Movimento 5 Stelle ritiene assolutamente inadatto soprattutto per una provincia che presenta una situazione epidemiologica caratterizzata da una molto elevata incidenza di patologie polmonari e oncologiche e in cui la popolazione residente presenta un’attesa di vita inferiore rispetto alla restante popolazione toscana.

 

Il Movimento quindi ha chiesto in Consiglio Comunale al Sindaco di respingere questo P.A.L. ed ha proposto di mettere a calendario un consiglio comunale aperto dove si possano confrontare i vertici dell’azienda sanitaria locale con la presenza dei medici e dei sindacati.

Domenica 22 Luglio 2012 09:08

Acqua Pubblica: Grande vittoria dei Movimenti

Pubblicato in Comunicati stampa Scritto da Roberto

Una buona notizia e una vittoria per tutti/e noi .
Infatti la Corte Costituzionale ha dichiarato incostituzionale e inammissibile l'articolo 4 del decreto legge del 13 agosto del 2011, emanato dal governo Berlusconi. Con quella legge si reintroduceva la privatizzazione dei servizi pubblici locali con esclusione del servizio idrico .

La Corte accoglie e accorpa una serie di ricorsi fatti e sancisce il vincolo della volontà espressa con il referendum.
Qui potete trovare il link con la sentenza:

http://www.cortecostituzionale.it/schedaUltimoDeposito.do;jsessionid=0B35173FEA6725F9E6A5AFE38B756847

(cliccate su Pronunce - Ultimo Deposito)


Movimento 5 Stelle Carrara

 

Grande vittoria dei movimenti, la Corte Costituzionale fa saltare le privatizzazioni di acqua e servizi pubblici locali
Oggi, 20 Luglio, la Corte Costituzionale restituisce la voce ai cittadini italiani e la democrazia al nostro Paese.
Lo fa dichiarando incostituzionale, quindi inammissibile, l'articolo 4 del decreto legge 138 del 13 Agosto 2011, con il quale, il Governo Berlusconi, calpestava il risultato referendario e rintroduceva la privatizzazione dei servizi pubblici locali. Questa sentenza blocca anche tutte le modificazioni successive, compresa quelle del Governo Monti.
La sentenza esplicita chiaramente il vincolo referendario infranto con l'articolo 4 e dichiara che la legge approvata dal Governo Berlusconi violava l'articolo 75 della Costituzione. Viene confermato quello che sostenemmo un anno fa, cioè come quel provvedimento reintroducesse  la privatizzazione dei servizi pubblici e calpestasse la volontà dei cittadini.
La sentenza ribadisce con forza la volontà popolare espressa il 12 e 13 giugno 2011 e rappresenta un monito al Governo Monti e a tutti i poteri forti che speculano sui beni comuni. Dopo la straordinaria vittoria referendaria costruita dal basso, oggi è chiarito una volta per tutte che deve essere rispettato quello che hanno scelto 27 milioni di italiani: l'acqua e i servizi pubblici devono essere pubblici.

Si scrive acqua, si legge democrazia!    

Ufficio Stampa Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua
www.acquabenecomune.org

Venerdì 20 Luglio 2012 20:37

Referendum Contro LA CASTA

Pubblicato in Comunicati stampa Scritto da Claudio Giacomelli

 

Apprendiamo dai mezzi stampa che presso il Comune di Carrara , ufficio della Dottoressa D. Piolanti , è possibile firmare per il “Referendum Contro LA CASTA” che dovrebbe abrogare la legge sulla diaria per il soggiorno dei parlamentari a Roma. Cogliamo questa occasione per fare un po’ di chiarezza sull’argomento : La legge n. 352 del 1970 infatti parla chiaro, citiamo l’art. 31: “Non può essere depositata richiesta di referendum nell’anno anteriore alla scadenza di una delle due Camere e nei sei mesi successivi alla data di convocazione dei comizi elettorali per l’elezione di una delle Camere medesime” che unitamente all’articolo 28 : “il deposito presso la cancelleria della Corte di cassazione di tutti i fogli contenenti le firme e dei certificati elettorali dei sottoscrittori deve essere effettuato entro tre mesi dalla data del timbro apposto sui fogli”, ci fa capire chiaramente come questo Referendum non si farà.

 

Il Movimento 5 Stelle si è sempre battuto per la cancellazione dei privilegi e per la riduzione dei costi della politica. Prova ne è che siamo stati gli unici nella storia d’Italia ad aver rinunciato al rimborso elettorale e che, dal primo Vday (parliamo del 2007) 350.000 firme per un parlamento pulito giacciono in un cassetto a Roma in attesa di essere discusse e che la proposta Parlamento Pulito sia finalmente votata. Questi sono per noi dei principi fondamentali, mentre c’è stata molta poca trasparenza, da parte dell’associazione Unione Popolare che ha promosso questo referendum sui “Tagli della Casta” e per questo il Movimento 5 Stelle ne prede le distanze denunciandone l’illegalità.

 

Tra un anno il Movimento 5 Stelle potrebbe sedere tra i banchi del Parlamento e in quel caso andremo certamente a proporre l’eliminazione dei privilegi. A quel punto vedremo se i partiti avranno il coraggio di tirare l’ennesimo schiaffo al popolo italiano.

 

Movimento 5 Stelle Carrara

Sarà la nuova forza politica, per la prima volta presente nelle istituzioni locali, a inaugurare i lavori della nuova legislatura. La prima proposta formulata riguarda la necessità di trasmettere in streaming in diretta sul sito del comune le riunioni del consiglio: un atto di trasparenza volto a riavvicinare i cittadini alle istituzioni che non può essere messo in discussione.

 

La prima seduta è stata trasmessa proprio dal Movimento e noi chiediamo che la giunta intervenga affinché i cittadini possano beneficiare di un servizio di elevato valore civico disponibile a costi risibili. La seconda mozione concerne l’interruzione della convenzione tra il nostro comune ed Equitalia SPA. Recentemente l’amministrazione ha deciso di usufruire della proroga concessa dalla legge e dicontinuare il rapporto con l’agente della riscossione fino alla fine del 2012.

 

Chiederemo quindi all’amministrazione di impegnarsi a chiudere definitivamente questa esperienza e a organizzarsi per gestire tramite i propri uffici la riscossione spontanea e coattiva dei propri tributi. I motivi che ci spingono a porre questa richiesta riguardano la possibilità di recuperare risorse e controllare con maggiore efficacia i flussi finanziari. Inoltre conosciamo bene le difficoltà in cui si trovano molte famiglie e pertanto riteniamo auspicabile da parte del comune avviare una gestione della riscossione dei tributi in ottica di concertazione con i contribuenti valutando con attenzione le situazioni di oggettiva difficoltà.

Venerdì saranno istituite le commissioni consiliari il cui numero è stato oggetto di discussione, dato che Inizialmente ci era stato proposto di passare da nove a dieci commissioni. Ci è sembrato doveroso proporre di contenere il numero di commissioni rimodulando le tematiche di ciascuna in modo da contenerne i costi. Le nostre istanze sono state parzialmente accolte e il numero delle commissioni sarà ridotto ad otto. Infine stiamo seguendo con apprensione le iniziative dell’amministrazione nei confronti dei giovani.

 

Dopo la determina che impediva ai locali di fare musica abbiamo appreso dei disagi nella gestione estiva delle biblioteche che prevede tra l’altro la chiusura di quella di Avenza nei mesi di Luglio e Agosto. Noi pensiamo che l’amministrazione dovrebbe essere maggiormente attenta alla necessità dei giovani di fruire di punti di riferimento assolutamente prioritari come le biblioteche, sia da un punto di vista culturale sia sociale.

Lunedì 25 Giugno 2012 21:42

Turismo a Carrara? No, grazie.

Pubblicato in Comunicati stampa Scritto da Claudio Giacomelli

 

Venerdì 22 a molti locali di Marina è arrivato dal Settore Attività Produttive del Comune il diniego di svolgere le manifestazioni di intrattenimento musicale per le quali era stata presentata la richiesta di autorizzazione in deroga semplificata prevista dal Piano Comunale di Classificazione Acustica. Il diniego è giustificato dal non rispetto di un comma del Regolamento Edilizio Comunale approvato nel 2009 e modificato nel 2010 che in sostanza dice: "12. Al fine di evitare fenomeni di disturbo della quiete pubblica, nei dehors è vietata l'effettuazione di trattenimenti musicali, nonché qualsiasi tipo di diffusione sonora, fatti salvi casi particolari espressamente autorizzati dall’Amministrazione Comunale".

 

Senza addentrarsi negli aspetti tecnici legali che saranno oggetto delle rimostranze dei titolari destinatari dell’ordinanza di diniego, Il Movimento di 5 Stelle di Carrara ritiene che la decisione dell’ufficio sia discutibile perché basata su criteri discrezionali privi delle necessaria trasparenza. Viene infatti negato, sulla base di un regolamento comunale, lo svolgimento di manifestazioni che una legge dello Stato, e quindi superiore (DPR 227/11), ritiene possibile sulla base di un’autocertificazione rilasciata da un tecnico competente, quindi si nega lo svolgimento di una attività che non compete al Comune autorizzare. Pertanto si ipotizza un abuso della legalità ed un accentramento di potere.

 

Il diniego a tutti i locali più frequentati di Marina (dall'Aisha fino al Barumba, passando per Beach, Porfirio, Barlume e Bar Lorenzo) di svolgere attività ricreative estive è un danno incredibile al turismo e ad una economia locale che già è in pesante rosso rispetto alla precedente stagione e che sperava nei mesi di Luglio ed Agosto per risollevarsi. Inoltre non possiamo che rammaricarci rispetto al fatto che ai nostri ragazzi ed ai pochi turisti rimasti sia imposto di doversi spostare verso la Versilia per poter trovare locali di intrattenimento dove ascoltare musica anche suonata dal vivo in orari serali.


Chiediamo con forza all’attuale amministrazione un’attenzione ben diversa verso le attività economiche che caratterizzano la nostra offerta sia in termini turistici sia in termini di possibilità di svago per i nostri ragazzi.

Mercoledì 20 Giugno 2012 18:18

INCONTRO CON LA CITTADINANZA DI BERGIOLA 21/06/2012

Pubblicato in Comunicati stampa Scritto da Roberto

Mentre stanno partendo i lavori del nuovo Consiglio Comunale dove i nostri tre consiglieri si sono appena insediati pronti ad apportare nuove idee e contenuti riguardo alle principali problematiche cittadine, noi del M5S non ci siamo dimenticati di tutti coloro che non riescono a seguirci tramite i canali web e pertanto riteniamo utile ed indispensabile mantenere vivo il contatto con le persone e l’incontro con la cittadinanza così come abbiamo sempre fatto attraverso quelli che noi chiamiamo “banchetti” per “la parola al cittadino”.

Abbiamo pensato così di proseguire questa attività e di partire dalle zone che possono sentirsi  maggiormente isolate e quindi la prima tappa sarà il paese di Bergiola dove il giorno 21 Giugno 2012 alle ore 18 nella sede della Pubblica Assistenza incontreremo i cittadini con lo scopo di presentare i nostri contenuti quindi il nostro programma e le nostre proposte, di far conoscere i nostri consiglieri ma soprattutto di ascoltare le istanze delle persone e le problematiche da portare alla luce insieme alle possibili proposte di risoluzione nelle sedi Istituzionali adeguate attraverso i nostri consiglieri.
Invitiamo pertanto tutti  i Carraresi ad intervenire  in quanto solo attraverso la partecipazione attiva alla politica si potrà contribuire in modo efficace al suo miglioramento e alla sua “pulizia”.

Ricordiamo che la seconda tappa del nostro percorso verso i paesi a monte sarà CODENA il giorno 28 giugno alle ore 18.30 in piazza Rosselli .

Movimento 5 STELLE Carrara

 

 

Lunedì 11 Giugno 2012 21:05

Mondo Caccia Expo

Pubblicato in Comunicati stampa Scritto da Claudio Giacomelli

Fonte dell'immagine: http://upload.wikimedia.org/wikipedia/it/b/b9/Bowling_a_Columbine.png

 

Il Movimento 5 Stelle chiede una seria riflessione sull' opportunità di patrocinio del Comune di Carrara all'ultima edizione di ''Mondo Caccia Expo'' alla Carrara Fiere.


Il Movimento 5 Stelle Carrara ritiene che il Comune si debba fare promotore di una cultura della non violenza e non di eventi che sono vetrine di strumenti per la violenza armata verso animali umani e non-umani.

 

In questo contesto infatti, fa da padrona la compravendita di armi di ogni tipo e genere: fucili, pistole, coltelli, spade, ecc. Numerosi studi di Psicologia Sociale ci dicono che diversi comportamenti intenzionali volti a provocare un dolore fisico o psicologico hanno una probabilità maggiore di verificarsi in presenza di oggetti agressivi.

 

La diffusione delle armi è quindi in grado di far aumentare il tasso di violenza e questo dato è dimostrato in numerose ricerche ed esperimenti. Invitiamo la cittadinanza a vedere il documentario ''Bowling a Columbine'' di Michael Moore, sulla diffusione delle armi negli USA, ed a riflettere se possa essere chiamata civiltà l' uccisione di animali, umani e non-umani.

 

Per tutte queste ragioni, riteniamo che ''Mondo Caccia Expo'' sia ancora una volta una vergogna per il nome della città, una macchia indelebile sulla storia della sua “liberazione”.

Domenica 10 Giugno 2012 18:19

Stop al danno erariale

Pubblicato in Comunicati stampa Scritto da Claudio Giacomelli

Il Movimento 5 Stelle Carrara, condivide la posizione di Legambiente sulla questione Marmo e Cave. Il gruppo consigliare del Movimento 5 Stelle si impegnerà da subito per fare rispettare la legalità e a porre fine al danno erariale. Ogni ritardo nel porre fine all’attuale situazione di illegittimità nel comparto dell’escavazione comporta perdite erariali milionarie per le casse comunali. In tal caso gli amministratori dovranno risponderne non solo politicamente ai cittadini, ma anche personalmente (di tasca propria) alla Corte dei Conti.


Il Comune di Carrara è il secondo comune più indebitato d'Italia a causa della cattiva Politica che ci ha governato in questi anni, e non solo a causa delle mancate entrate della tassa marmi, ricordiamo che sui cittadini grava il peso di centinaia di miglioni di euro per i debiti della strada dei marmi che è stata aperta alla cittadinanza per un giorno si pagherà per tutta la vita, per i buchi Usl, Cermec, ErreErre.


C'è bisogno che tutti facciano la loro parte guidati da un senso di comunità ormai assente da troppi anni. Che Gli ''Industriali'' del marmo paghino il dovuto e che il Comune adotti trasparenza e rigore nel bilancio comunale.

 

A quanti in questi giorni attaccano il nostro portavoce Matteo Martinelli con false illazioni vogliamo semplicemente rispondere che non abbiamo accettato la spartizione delle cariche che ci era stata proposta dai partiti dell'opposizione. Siamo contrari ad ogni logica di spartizione. Dopo le elezioni, sono state fatte 2 riunioni del Movimento 5 Stelle a proposito delle varie nomine, e come è prassi, il tutto è stato deciso dall'assemblea.

 

La decisione è stata quella di chiedere la carica di Vicepresidente del consiglio, non solo per venire puntualmente a conoscenza di tutti i documenti ufficiali in modo da diffonderli via web ed aprire le discussioni a tutti i cittadini sul proprio forum ma anche per esercitare una funzione politica fondamentale di controllo sulla tempestività ed opportunità degli OdG che via via saranno discussi dal consiglio comunale.

 

In questa assemblea successivamente è stato deciso il candidato alla Vice Presidenza, tra i 3 consiglieri del Movimento. I partiti della falsa opposizione partono da logiche di carriera politica e di ambizioni personali che ci sono del tutto estranee. Il mandato dei nostri consiglieri è vincolato alla costante verifica dei cittadini e degli attivisti del Movimento ed è sempre revocabile. E' quindi evidente che non ci interessano i "ruoli prestigiosi". I nostri consiglieri non sono "giovani rampanti" in ricerca di notorietà, visibilità e carriera politica.

 

Purtroppo la partitocrazia locale non ha compreso che Matteo e gli altri consiglieri non sono in cerca di carriere, né tanto meno intendono farsi cucire addosso abiti disegnati su misura da altri; il loro unico interesse è stato che il Consiglio Comunale rispettasse la volontà degli elettori e che la maggioranza, per rispetto alle istituzioni, non si arrogasse di decidere su un ruolo che, per la regola del buon senso, spetta all'opposizione.

 

La serenità di Matteo Martinelli, immediatamente riconosciuta e apprezzata pubblicamente dal Presidente del Consiglio Comunale, con cui ha accettato la scelta di procedere alla terza votazione, non può che avvalorarne lo spessore come persona, come cittadino. Ha subito dimostrato di non essere un politichetto a caccia di poltrone.

 

Ricordiamo infatti che al termine della seconda votazione, la Presidenza ha preferito non applicare l’articolo dello Statuto comunale che prevede, in caso di pareggio, che la Vice presidenza sia attribuita al consigliere che ha ottenuto la maggiore "cifra elettorale individuale" alle elezioni.

 

A noi sembra molto chiara la ratio dello Statuto, premiare il candidato che aveva ricevuto il consenso maggiore alle elezioni, cioè Matteo Martinelli. Per rispetto delle istituzioni democratiche Matteo ha messo a verbale il proprio dissenso, accettando la decisione di procedere a una nuova votazione.

 

Come sia finita la terza votazione, con il centro sinistra che vota a favore del candidato di Berlusconi, oramai è storia. Non è stato un bel inizio per il Consiglio Comunale di Carrara vedere la maggioranza di centro sinistra che interviene in sostegno del consigliere PDL e riesce così a fargli ottenere una carica che senza questo "aiutino" non avrebbe mai potuto prendere. E' stata, in termini sportivi, una "invasione di campo": infatti per prassi questa scelta – essendo di garanzia per l’opposizione – viene lasciata all’opposizione.

 

Infine, a quanti ci hanno accusato di non essere intervenuti sul tema della validità delle elezioni e ai giornalisti che gli danno credito vogliamo suggerire di prestare maggiore attenzione alla seduta del Consiglio, se erano presenti, oppure di informarsi meglio, se parlano per sentito dire, in quanto il Movimento, solo il Movimento, ha sottolineato la presenza di ombre che gravano sulle recenti elezioni e ha invitato l’amministrazione a fare luce sulle irregolarità diffuse emerse dagli scrutini in tutte le sedi istituzionali; abbiamo inoltre condannato il comportamento becero tenuto da candidati che hanno abusato di spazi elettorali, invaso la città con manifesti abusivi, utilizzato a fini personali associazioni di volontariato e mezzi di servizi pubblici essenziali.

Martedì 29 Maggio 2012 20:21

Quorum Zero e più democrazia

Pubblicato in Comunicati stampa Scritto da Roberto

Il Movimento 5 Stelle Carrara per Quorum Zero e più democrazia


Il Movimento 5 Stelle Carrara è attivo sul territorio con una nuova raccolta firma per la proposta di legge nazionale di iniziativa popolare ‘Quorum Zero, più Democrazia’, promossa da diversi movimenti civici e associazioni in tutta Italia e volta a migliorare gli strumenti di democrazia diretta in Italia. Crediamo fortemente che ci sia bisogno di un’iniezione di democrazia, anche alla luce degli avvenimenti dell’ultima tornata elettorale a Carrara.

 

La proposta di legge Quorum Zero, più Democrazia ha l’obiettivo di modificare alcuni articoli della Costituzione italiana per migliorare l’utilizzo degli strumenti di democrazia diretta già esistenti e introdurne di nuovi in Italia, ma utilizzati da più di un secolo in altri paesi del mondo come la Svizzera e la California. L’obiettivo è quello di migliorare il funzionamento della democrazia italiana affiancando alla democrazia rappresentativa attuale, strumenti che diano la possibilità ai cittadini di far sentire la loro voce e di prendere decisioni che riguardano la cosa pubblica.

 

I punti qualificanti della proposta di legge sono i seguenti:

- Quorum zero in tutti i referendum

- Revoca degli eletti (come in California, Svizzera, Venezuela, Bolivia)

- Indennità dei parlamentari stabilita dai cittadini al momento del voto

- Referendum propositivo (come in California)

- Iniziativa di legge popolare a voto popolare (come in Svizzera), passa in parlamento, dove può essere accettata, rifiutata oppure generare una controproposta, ma poi viene votata dai cittadini)

- Referendum confermativo (come in Svizzera). Tutte le leggi create dal parlamento, prima di entrare in vigore, possono essere poste a votazione popolare, previa raccolta delle firme necessarie

- Referendum obbligatori in alcune tipologie di leggi in cui i rappresentanti hanno un conflitto di interessi (es. finanziamento partiti, leggi elettorali) e sui trattati internazionali e sulle leggi urgenti

 

La realizzazione di questa proposta di legge è stato un lungo ed appassionante percorso durato da giugno 2011 fino a sabato 11 febbraio 2012, fatto di incontri dal vivo, e di riunioni su internet. Questo testo finale è il risultato condiviso da un gruppo di persone provenienti da varie parti d’Italia, appassionate di democrazia diretta e impegnate da tempo su questo tema.

 

Il testo completo della proposta di legge (Gazzetta ufficiale n. 37 del 14 Febbraio 2012):

http://www.paolomichelotto.it/blog/wp-content/uploads/2012/02/testo-finale-3-iniziativa-quorum-zero-e-pi%C3%B9-democrazia.pdf

Il blog di riferimento: www.quorumzeropiudemocrazia.it

 

Ricordiamo inoltre che si è appena conclusa con successo la raccolta firme per "Zero Privilegi" la proposta di legge di iniziativa popolare ideata dal Movimento 5 Stelle volta a ridurre i costi della politica regionale. In poco più di un mese sono state raccolte circa 10.000 firme in Toscana, con il contributo anche di Carrara, superando di gran lunga il minimo richiesto per la presentazione (5.000 firme). le firme dovranno essere ora presentate al consiglio regionale per la discussione.

 

Vi aspettiamo Sabato 2 Giugno, al banchetto informativo del Movimento 5 Stelle Carrara presso la passeggiata porto di Marina di Carrara (largo Marinai d'Italia) per firmare Quorum Zero e più Democrazia!

 

Il Movimento 5 Stelle Carrara

 

Pagina 30 di 33

Accedi

Carrara 5 Stelle nel Web

Meetup Carrara

 

 

Canale YouTube

 

Campagne

 

 

Woodstock 5 Stelle

 

Free Assange