Carrara 5 Stelle

Comunicati stampa
Comunicati stampa

Comunicati stampa (448)

Uno strumento di trasparenza a favore di tutta la collettività


Il MoVimento 5 Stelle Carrara si ritiene molto soddisfatto della decisione della Giunta di dotare di alcune webcam la sala del consiglio comunale per trasmettere le sedute in diretta streaming sul web. Da sempre infatti, il MoVimento 5 Stelle porta avanti concetti di trasparenza nell' amministrazione pubblica ed a Carrara li aveva messi in pratica fin dalla prima seduta del consiglio comunale con il lavoro volontario degli attivisti per trasmettere in diretta tutte le sedute.

 

Poi ha presentato una mozione per chiedere alla giunta comunale di fornire al pubblico le dirette video delle assemblee consiliari. Ora quella mozione si è concretizzata in un servizio a disposizione di tutti i cittadini, che possono davvero essere gli occhi vigili della nostra vita democratica. La tecnologia usata è molto semplice e non grava sulle finanze comunali, essendo priva di costi.

 

Siamo fieri quindi di avvisare i cittadini carraresi e non, che d' ora in poi, dovunque si trovino, potranno accedere alla diretta delle sedute direttamente dal sito istituzionale del nostro comune, all' indirizzo http://www.comune.carrara.ms.it/VideoStreamingCC.aspx (Potete anche cliccare, dalla pagina principale del web comunale, sulla voce "Consiglio Comunale in Diretta" nel menù "Servizi-Online").

 

Il servizio sarà in fase di sperimentazione per alcune sedute del consiglio, i cittadini che lo utilizzano sono pregati di segnalare gli eventuali problemi che dovessero rilevare.

 


 

 

 

 

Dopo aver appreso dai giornali che il nostro sindaco Zubbani, in collaborazione con il Sindaco di Vagli di sotto, ha in programma un traforo che, passando sotto al monte Tambura, unisca la Garfagnana alla via dei marmi, il Movimento 5 stelle Carrara si dice contrario a tale progetto ritenendolo disastroso sia a livello ambientale che economico.


Le Alpi Apuane non sono solo il posto più alto da cui andare a vedere il mare o il giardino privato di poche persone che si arricchiscono tramite l'oro bianco con sempre meno ricadute sulla cittadinanza. Esse sono anche un enorme spugna che, filtrando l'acqua piovana, alimentano il più grande bacino idrico della Toscana. La sorgente del Frigido, che si trova sotto il monte Tambura, è già minacciata pesantemente dalle escavazioni in quota e correrebbe enormi rischi da un intervento simile. Ricordiamo che l'acqua potabile non è un bene infinito e che ogni anno ci ritroviamo a far conti sempre più pesanti con la siccità, come insegnano gli ultimi mesi.

 

Il progetto presenta una spesa di circa 550 milioni di euro che, si dice, saranno pagati in gran parte con i cespiti di apertura di nuove cave, perchè li sotto c'è marmo di altissima qualità. Sarebbe interessante avere dati precisi alla mano, ma ricordiamo anche che in Italia quando parte un cantiere finisce sempre con costi quantomeno raddoppiati. Qui a Carrara ne abbiamo avuto un esempio con la Strada dei marmi che ci ha fatto diventare il secondo comune più indebitato in Italia.

 

Visto che non ci sono soldi per scuole e strade ad uso di tutti e non solo degli industriali, per il sociale e per qualsiasi cosa riguardi la vita comune, riteniamo che sia inaccettabile pensare di gravare nuovamente sulle casse comunali per costruire un opera che, aldilà dei tanti discorsi, si presenta come una Strada dei marmi 2 il cui scopo sia collegare più velocemente le cave ed i frantoi del versante Garfagnino alla rete autostradale e portuale e prelevare migliaia di tonnellate di marmo purissimo dal monte Tambura. Insomma una cosa ad uso e consumo dei soliti noti e a danno, ancora una volta, di tutta la collettività.

 

Infine riteniamo inamissibile che di un progetto simile, che avrà ripercussioni su tutta la cittadinanza, si debba venire a sapere da degli articoli di giornale e non preventivamente dal sindaco di Carrara che, come abbiamo visto, è parte integrante del progetto; ancora una volta la cittadinanza viene ritenuta una cosa marginale e non viene chiamata a discutere e decidere del proprio futuro.

 

Il Movimento 5 Stelle chiede ai cittadini del Comune di Carrara di far pervenire il Curriculum Vitae delle persone che si sentono in grado di poter rappresentare il Comune di Carrara nell'Assemblea del Consorzio Zona Industriale Apuano (Z.I.A.).

 

Il Comune ha diritto a 3 membri nell'Assemblea, nominati dal sindaco, di cui uno in rappresentanza della minoranza; l'Assemblea (che nomina e controlla il Consiglio di Amministrazione) è convocata 3-4 volte l'anno. Il Consorzio ZIA ha competenza diretta su un'area specifica dell'estensione di circa 822 ettari, disegnata a cavallo dei territori comunali di Massa e di Carrara, e più in generale sulle aree industriali di tutti i comuni consorziati della Lunigiana e della Versilia.


E'un soggetto pubblico che ha lo scopo di assistere l'impresa nei suoi processi d'insediamento e di sviluppo nel territorio dell'ex Zona Industriale. Dare la possibilità a un cittadino competente di poter partecipare all'Assembela consentirebbe la presenza di un occhio vigile sui costi e sulle reali utilità e finalità di questo Ente oltre che poter offrire idee nuove e libere dai vincoli partitocratici.

 

I curriculum vanno inviati entro le ore 24 di domenica 14 ottobre 2012. Essi saranno poi pubblicati sul sito www.carrara5stelle.it. Domenica 21 ottobre ci sarà un banchetto al quale tutti i cittadini potranno esprimere la loro preferenza per una delle candidature. Il cittadino preferito sarà proposto per la nomina nell'Assemblea del Consorzio ZIA.

Importante: Il nominato si impegnerà a rispettare le seguenti norme di comportamento:

     

  • Decurtamento di rimborsi spese e gettoni di presenza fino al minimo previsto dalla legge.


  • Rendiconti mensili on-line di ogni tipo di compenso, gettone, rimborso o altre somme ricevute per questo incarico.


  • Disponibilità a fornire atti e documenti pubblici ai cittadini ed alle associazioni che ne facciano richiesta anche informale.


  • Rendiconti costanti (anche via Internet) di quanto viene discusso e deliberato nelle sedi istituzionali.


  • Incontri periodici (ogni sei mesi al massimo) con i cittadini, con comitati ed associazioni per analizzare problemi, valutare proposte e idee e studiare soluzioni da portare nell'Assemblea del Consorzio.


  • Presentarsi annualmente ai cittadini con un consuntivo dell'attività svolta nei 12 mesi precedenti e chiedendo riconferma dell'incarico, altrimenti dimissioni.


Il movimento 5 stelle ha presentato alla commissione attività produttive una mozione volta a limitare l'utilizzo dei videopoker negli esercizi pubblici presenti sul territorio. Le slot machine elettroniche (dette anche “macchinette mangiasoldi”) sono oramai diffuse nei bar, nelle tabaccherie, in alcuni circoli e nei centri scommesse, hanno sostituito quasi tutti gli altri giochi tradizionali e inducono singole persone a spendere diverse decine di euro (anche centinaia) al giorno.

 

Il problema più evidente è quello della compulsività che spinge diverse persone a non effettuare giocate sporadiche ma stazionare diverse ore al giorno davanti alle “macchinette mangiasoldi”. Tutto ciò al fine di favorire le finanze dello Stato il quale si arricchisce a danno dei cittadini, ignari nell'immediato delle disastrose conseguenze, creando, così, veri e propri drammi famigliari. I dati epidemiologici di questa vera e propria malattia (molto simile alla dipendenza da alcol e droga) hanno già da tempo indotto i servizi sanitari di alcune ASL a formare delle “task force” specializzate presso i Sert.

 

Le difficoltà economiche attuali che stanno colpendo il nostro territorio, purtroppo, spingono un numero crescente di persone a cercare una via d'uscita tentando la fortuna con queste macchinette e peggiorando così la loro situazione economica. La mozione intende sollecitare la giunta a studiare norme per impedire il proliferare di queste attività, a promuovere campagne per informare adeguatamente i cittadini delle possibili conseguenze, a predisporre i necessari controlli, di concerto con gli altri soggetti interessati (amministratori, Asl, forze dell'ordine, ed anche gli esercenti stessi), per garantire il rispetto delle misure prese.

 

La sera del giovedì 27/09/2012 abbiamo assistito all’ennesima dimostrazione di come la maggioranza del consiglio comunale di Carrara sia prolifica di incompetenza informatica e resistenza alle nuove tecnologie ed agli strumenti che il progresso rende disponibili per tutta l’umanità.
E’ stata infatti bocciata la proposta del Movimento 5 Stelle di adottare come strumento il software gratuito “Decoro Urbano”, che sempre più comuni italiani stanno accogliendo a braccia aperte, proprio per la sua utilità nell’organizzare in maniera ineccepibile le segnalazioni e le proposte dei cittadini - la loro partecipazione attiva alla vita municipale - rispetto ai punti di degrado o anche solo migliorabili del loro comune, il tutto in maniera assolutamente gratuita.


“Eh no”, è stato sostanzialmente risposto: non ce ne è bisogno. Esiste già un ufficio preposto al “decoro urbano” (non vorremmo sparare sulla Croce Rossa in merito alla efficienza ed efficacia di tale ufficio), il quale usa addirittura l’email! Il Movimento 5 Stelle esprime dunque assoluta delusione per le ragioni con cui la maggioranza ha respinto una proposta sensata e strategicamente funzionale alla cittadinanza attiva, rendendo tali ragioni estremamente emblematiche.
Evidentemente la maggioranza ritiene ad esempio che l’uso dell’email sia progresso (forse lo era venti anni fa!!) ed alta tecnologia che nulla ha da invidiare a connettività mobile, uso di smartphone, mappe satellitari e software dedicati.

 

 

Viene il dubbio che non sia stato chiaro come l’utilizzo di tale software fosse destinato proprio all’ottimizzazione del lavoro svolto dall’ufficio preposto al Decoro Urbano, il quale non è obbligato a rimanere legato a procedure medioevali ed al contrario, come tutti i servizi pubblici, dovrebbe essere sempre interessato alla ricerca del miglioramento dei propri risultati. Al contrario esprimiamo il dubbio che siano state comprese benissimo, e quindi abbastanza temute, le implicazioni generali di come tale software avrebbe reso trasparente con un semplice click sul telefonino, l’intero meccanismo di segnalazione e stato di degrado della nostra città, con immediata percezione dell’andamento dei lavori reali rispetto alle richieste dei cittadini, tempi di realizzazione, scelte politiche su cosa fare e quando.

 

Il Movimento 5 Stelle vuole dunque sottolineare come la bocciatura di questa proposta sia un grave esempio di mala gestione, poiché questo software avrebbe riportato un piccolo pezzo di controllo del bene comune nelle mani dei legittimi aventi diritto, i cittadini, e migliorato moltissimo - riducendo dunque i costi per le casse comunali - un servizio importante che l’amministrazione dovrebbe garantire al massimo delle proprie possibilità.

 

Movimento cinque stelle Carrara

 

Venerdì 28 Settembre 2012 15:45

Via i soldi dalla politica

Pubblicato in Comunicati stampa Scritto da Meetup Carrara

Il Movimento 5 Stelle esprime il più assoluto rifiuto di qualsiasi finanziamento ai gruppi consigliari; nonostante le cifre irrisorie si ritiene che in un momento storico come quello attuale fatto di sperperi di denaro pubblico, vedi il caso Lusi del pd e il pdl in Lazio, da destra a sinistra, l’unica soluzione sia levare i soldi dalla politica. Carrara, tra i primi tre comuni più indebitati d’Italia, ha bisogno di un insieme di piccole e grosse iniziative volte a contenere la spesa pubblica comunale. Il Movimento 5 Stelle ritiene che si possa cominciare dalle piccole azioni.

 

Così come a livello Nazionale il Movimento 5 Stelle è l’unico a rifiutare il finanziamento ai partiti, anche a livello comunale ritiene di ricercare la coerenza e di sostenere le spese del gruppo con i soli contributi volontari dei cittadini. Il Movimento 5 Stelle chiede che anche gli altri gruppi diano l’esempio. Inoltre il Movimento chiede che i soldi vengano destinati al sociale, e preannuncia che farà una proposta di modifica al regolamento comunale per togliere queste piccole forme di finanziamento alla politica.



Movimento cinque stelle Carrara

 

 

Lunedì 17 Settembre 2012 21:21

Iiniziativa di legge regionale ''Zero Privilegi''

Pubblicato in Comunicati stampa Scritto da Meetup Carrara

In questi giorni i media sono impegnati ad analizzare puntigliosamente ogni accadimento che coinvolge il Movimento 5 Stelle; siamo dunque orgogliosi di poter annunciare a tutti i cittadini della Toscana che igruppi a 5 stelle della loro regione hanno raggiunto e superato l'obiettivo della raccolta firme per presentare la proposta di legge regionale denominata "Zero Privilegi" che mira ad abbattere i privilegi della politica in Regione ed i relativi costi per un risparmio annuo di 4,5 milioni di euro.


La legge propone infatti di tagliare la retribuzione dei consiglieri regionali attraverso la diminuzione dell'indennità di carica e di funzione e l'abolizione dell'indennità di fine mandato, del trattamento di missione, della diaria e del rimborso spese di trasporto.  I moduli, con le migliaia di firme raccolte - ben oltre la necessaria soglia di legge - saranno consegnate all'ufficio competente della Regione il giorno 17 Settembre 2012, alle ore 9:30.

 

Nell'occasione attivisti e simpatizzanti si ritroveranno davanti al palazzo del Consiglio Regionale, a Firenze, per festeggiare il successo dell'iniziativa e ricordare a tutti i consiglieri regionali, i quali si troveranno presto a discuterla, che sono i cittadini a decidere del loro futuro tramite la democrazia dal basso, diretta e partecipativa e non i vari partiti politici.

Sabato 18 Agosto 2012 20:17

Ragoni si svela grillino

Pubblicato in Comunicati stampa Scritto da Meetup Carrara

Abbiamo appreso con grande piacere la decisione del presidente del consiglio comunale il quale, in perfetto stile Pizzarotti (sindaco di Parma eletto per il Movimento 5 Stelle) ha invitato consiglieri comunali ed assessori a pagarsi il costo della cena prevista per l’arrivo dei rappresentati della città gemellate. La nostra soddisfazione è ancora maggiore se si considera che il presidente del consiglio comunale è un esponente di quel Partito Democratico che spesso e volentieri taccia di populismo e demagogia le istanze del Movimento 5 Stelle volte ad una drastica riduzione dei privilegi della classe politica.

 

Nel caso di specie si tratta di un risparmio di poche centinaia di euro che ovviamente non possono alleviare lo stato di profondo rosso in cui versa la situazione debitoria del comune; è però altrettanto evidente che all’indomani dell’aumento delle aliquote IMU e del raddoppio dell’addizionale comunale Irpef per i redditi medio-bassi non intraprendere azioni in questo senso potrebbe risultare deleterio per l’opinione pubblica.

 

Insomma una scelta condivisibile a cui speriamo se ne aggiungano altre più consistenti volte da una parte a ridurre gli sprechi evidenti nella gestione delle società partecipate (vedi i dissesti Cermec ed ErrErre); dall’altra auspichiamo un utilizzo razionale delle risorse naturali, su tutti i proventi generati dal settore lapideo per i quali ad oggi rimane una quota veramente bassa per i servizi a favore dei cittadini, al netto degli oneri collegati che il Comune sostiene per alleviarne le ricadute negative sulla città. Per quanto riguarda l'altra cena che dovrebbe essere offerta ai politici dagli organizzatori della September Fest, proponiamo che gli ''invitati'' versino comunque la loro quota da devolvere ad una delle associazioni di volontariato che si occupano degli indigenti della nostra città.

 

Lunedì 13 Agosto 2012 16:24

Infiltrazioni mafiose a Carrara

Pubblicato in Comunicati stampa Scritto da Meetup Carrara

Nell’ultimo consiglio comunale di luglio, siamo intervenuti anche sul tema del pericolo di infiltrazioni mafiose nel nostro territorio, stimolati anche dalle dichiarazioni del sindaco e dal presidente dell’associazione industriali, riportate dalle stampa locale, in cui negavano con fermezza possibili interessi delle organizzazioni criminali sulle attività economiche presenti in città.

 

Questa netta presa di posizione, secondo noi, si pone in contrasto con episodi di cronaca che invece porterebbero ad altre conclusioni. Su questo tema si sono espressi anche membri della magistratura che, con i toni adeguati al ruolo che ricoprono, hanno manifestato preoccupazione per la nostra provincia. La precaria situazione economica e sociale del nostro territorio, purtroppo costituisce terreno fertile per il proliferare di attività illegali e per l’ingresso di elementi pericolosi nel tessuto produttivo.

 

Alla luce di questi fatti siamo preoccupati per l’evolversi della situazione che a nostro parere non dovrebbe essere assolutamente sottovalutata. Auspichiamo che queste preoccupazioni presenti anche tra i cittadini siano prese in considerazione anche dall’amministrazione perché non sono certo figlie di una volontà di infangare l’immagine della città ma dall’amore verso di essa.

 

Movimento cinque stelle Carrara

Mercoledì 01 Agosto 2012 16:54

Interruzione rapporto con Equitalia

Pubblicato in Comunicati stampa Scritto da Claudio Giacomelli

 

Nel Consiglio Comunale di Giugno abbiamo presentato una mozione volta a interrompere definitivamente il rapporto del comune di Carrara con Equitalia.

 

Allo stato attuale, la convenzione in essere dovrebbe comunque cessare alla fine dell’anno, salvo proroghe; tra i vari scenari si è ipotizzato anche l’affidamento del servizio ad altri operatori esterni che potrebbero essere individuati attraverso l’espletamento di una gara ad evidenza pubblica gestita direttamente dal comune, oppure attraverso l’adesione al progetto di Regione Toscana volto ad individuare un soggetto “prestatore di servizi” che avrebbe il compito di svolgere le attività propedeutiche alla riscossione delle entrate regionali e comunali supportando gli enti toscani.

 

Noi riteniamo che la gestione della riscossione dei tributi locali dovrebbe essere gestita direttamente dal comune, l’ente più vicino ai cittadini, soprattutto in un momento in cui un numero crescente di famiglie si trova a dover fare i conti con difficoltà finanziarie dovute ad una crisi generale del nostro sistema economico e sociale.

 

A seguito della nostra mozione, alcuni capogruppo di maggioranza hanno richiesto un passaggio in commissione consigliare al fine di sviscerare tutte le problematiche connesse ad un settore che sicuramente presenta aspetti molto delicati.

 

Venerdì scorso il dirigente del settore tributi ha presentato in commissione bilancio una relazione che ben evidenzia dal punto di vista tecnico i vantaggi e gli svantaggi delle diverse ipotesi sopra menzionate.

 

In particolare la sua analisi, rispetto alla soluzione da noi auspicata, ha evidenziato molti punti positivi: innanzitutto ci sarebbe la possibilità di un pieno controllo sull’intero processo di riscossione e di gestire le procedure in modo elastico ed adattabile alle esigenze che potrebbero emergere in corso d’opera. Inoltre si creerebbero figure professionali interne altamente specializzate, con ritorni positivi in termini di efficacia ed efficienza dell’attività amministrativa dell’ente.

 

Questo progetto si caratterizza per costi di realizzazione molto contenuti anche in considerazione del risparmio di cui si gioverebbe il comune non dovendo più riconoscere compensi ad agenti esterni.

 

Certo rimangono alcuni nodi da sciogliere relativamente alle problematiche connesse alla organizzazione del nuovo servizio, di questo si parlerà nella commissione di venerdì in vista di una discussione complessiva dell’argomento nel prossimo Consiglio Comunale.

 

Movimento 5 stelle Carrara

 

 

Pagina 29 di 32

Accedi

Carrara 5 Stelle nel Web

Meetup Carrara

 

 

Canale YouTube

 

Campagne

 

 

Woodstock 5 Stelle

 

Free Assange