Carrara 5 Stelle

Pubblicato in Mozioni

ORDINE DEL GIORNO

Data: 19/10/2015


IL CONSIGLIO COMUNALE DI CARRARA


Visto

- Il Decreto Legislativo n. 33/2013 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni.”

- l’art. 23 “Obblighi di pubblicazione concernenti i provvedimenti amministrativi”:

1. Le pubbliche amministrazioni pubblicano e aggiornano ogni sei mesi, in distinte partizioni della sezione «Amministrazione trasparente», gli elenchi dei provvedimenti adottati dagli organi di indirizzo politico e dai dirigenti, con particolare riferimento ai provvedimenti finali dei procedimenti di:

a) autorizzazione o concessione;

(omissis)

d) accordi stipulati dall'amministrazione con soggetti privati o con altre amministrazioni pubbliche.

2. Per ciascuno dei provvedimenti compresi negli elenchi di cui al comma 1 sono pubblicati il contenuto, l'oggetto, la eventuale spesa prevista e gli estremi relativi ai principali documenti contenuti nel fascicolo relativo al procedimento. La pubblicazione avviene nella forma di una scheda sintetica, prodotta automaticamente in sede di formazione del documento che contiene l'atto.

 

Visto anche l’odg sulla documentazione del marmo approvato, con emendamenti, nella seduta consiliare del 21/9/2015

 

Impegna sindaco e giunta a far inserire entro il 31/12/2015 sul sito istituzionale comunale

- una partizione della sezione «Amministrazione trasparente» con gli elenchi dei provvedimenti finali dei procedimenti di autorizzazione all’escavazione, nonché i loro rinnovi/proroghe;

- una partizione della sezione «Amministrazione trasparente» con gli elenchi dei provvedimenti finali dei procedimenti di concessione fin qui rilasciati;

- una partizione della sezione «Amministrazione trasparente» con gli elenchi degli accordi stipulati dall'amministrazione con le categorie imprenditoriali del marmo del 2008/9


 

Presenti n. 16 - Votanti n. 16

Voti Favorevoli n. 16 (unanimità)

 

Pubblicato in Mozioni

MOZIONE

Data: 19/10/2015


IL CONSIGLIO COMUNALE DI CARRARA


Premesso che

- I cambiamenti climatici stanno sempre più dimostrando la fragilità del territorio, per carenza, se non mancanza, di manutenzione, limitazioni infrastrutturali, urbanizzazione errata e mancanza di una visione armonica dello sviluppo urbano

 

Considerato che

l’area di villa Ceci, il Battilanino e la foce della Fossa Maestra sono quasi interamente caratterizzate dall’essere a ‘Pericolosità idraulica molto elevata’

 

Considerato inoltre che

- il vigente PS descrive quella di villa Ceci come “un’area di grande valore paesistico e ambientale per la città perché si presenta come un vasto ambito ancora libero da edificazioni, in parte coltivata in parte boscata, completamente interclusa nel territorio urbanizzato di pianura.”

- il vigente PS esclude l’area della Fossa Maestra dagli ambienti umidi, ribadendo che l’area è compresa all’interno dell’UTOE Arenile, mentre il Piano regolatore “Pontuale”, approvato nel 1998, la considerava invariante strutturale del territorio costiero con destinazione finalizzata alla ricostruzione di ambienti naturali umidi costieri, e nella variante del 2009, tra le aree di valore paesaggistico, naturalistico e ambientale, trovavamo anche “L’arenile che caratterizza il paesaggio costiero e che comprende anche la foce della fossa Maestra”.

- il vigente PS include nel territorio urbanizzato l’area del Battilanino che in realtà è un’area agricola e comunque rappresenta una “area golenale” del torrente Parmignola

 

Dato che

- nel PS vigente del Comune di Carrara, per l’UTOE 4 (villa Ceci) è previsto l’insediamento di 1371 abitanti con l’edificazione fino a 91.000 mq a scopo Residenziale (o negozi di vicinato, attività laboratoriali, ecc.), Direzionale (e attività di servizio private) e Turistico ricettiva, nonché 3678 mq di parcheggi

- nel PS vigente l’area della Fossa Maestra rientra nell’UTOE Arenile ovvero in una unità territoriale in cui il Piano prevede attrezzature e dunque la possibilità di edificazione o più in generale di trasformazione del territorio naturale

 

IMPEGNA Il Sindaco e la Giunta

a iniziare il percorso per la variante al PS finalizzata alla completa esclusione di possibilità edificatorie nell’area di villa Ceci, nell’area del Battilanino e in quella della Fossa Maestra per la quale si chiede anche di correggere l’attuale cartografia in modo da ricomprenderla nelle aree umide anziché nell’UTOE 2 Arenile.”


 

Presenti n. 17 - Votanti n. 14

Voti Favorevoli n. 3 (Martinelli, De Pasquale e Bienaimè)

Voti Contrari n. 11 (Sindaco, Ragoni, Poletti, Boggi, Boni, Corsi, Buselli, Iardella, Conserva, Bergitto e Isoppi)

Astenuti n. 3 (Menconi, Scattina e Laquidara)

Pubblicato in Mozioni

ORDINE DEL GIORNO

Data: 21/09/2015


IL CONSIGLIO COMUNALE DI CARRARA


Visti:

- la direttiva 2003 n. 4 CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 28 gennaio 2003, concernente l'accesso del pubblico all'informazione ambientale;

- il Decreto Legislativo 19 agosto 2005, n. 195 che, secondo l’art. 1 comma 1 lettera b) è volto a “garantire, ai fini della più ampia trasparenza, che l'informazione ambientale sia sistematicamente e progressivamente messa a disposizione del pubblico e diffusa, anche attraverso i mezzi di telecomunicazione e gli strumenti informatici, in forme o formati facilmente consultabili, promuovendo a tale fine, in particolare, l'uso delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione”;

- l’art. 22 comma 2 della legge 7 agosto 1990 n. 241, secondo cui “L’accesso ai documenti amministrativi, attese le sue rilevanti finalità di pubblico interesse, costituisce principio generale dell’attività amministrativa al fine di favorire la partecipazione e di assicurarne l’imparzialità e la trasparenza”;

- l’art. 24 comma 2 della medesima legge, secondo cui “Le singole pubbliche amministrazioni individuano le categorie di documenti da esse formati o comunque rientranti nella loro disponibilità sottratti all'accesso ai sensi del comma 1;”

 

Premesso che:

sul sito istituzionale del Parco regionale delle Apuane è disponibile a titolo esemplificativo [[emendamento Cons. Menconi]] la documentazione tecnica e amministrativa relativa ai procedimenti autorizzatori delle cave (relazione tecnica; geologica; utilizzo detriti; trattamento acque meteoriche dilavanti; stabilità; paesaggistica; studio d’impatto ambientale; eventuale valutazione d’incidenza; ecc.) nonché i verbali delle conferenze dei servizi con i pareri dei vari enti e con le decisioni finali assunte;

 

Dato che:

- il Comune di Carrara, ha una concentrazione di cave che lo porta ad essere la principale area estrattiva di marmo a livello nazionale (nota in tutto il mondo);

- tramite le osservazioni ai piani di escavazione, la disponibilità dei succitati documenti può consentire una maggiore partecipazione dei cittadini, migliorando in tal modo l’impatto ambientale delle stesse attività estrattive;

 

Appurato che l’Amministrazione Comunale sta provvedendo ad una riorganizzazione e ad un potenziamento del settore marmo [[emendamento Cons. Menconi]]

 

Impegna sindaco e giunta ad attivare gli uffici comunali affinchè si perfezioni e si mantenga costantemente aggiornata l’apposita sezione del sito istituzionale [[emendamento Cons. Menconi]]

- per far inserire con l'inserimento [[emendamento Cons. Menconi]] entro il 31/12/2015 sul sito istituzionale comunale la della [[emendamento Cons. Menconi]] documentazione tecnica relativa ai procedimenti autorizzatori delle cave a partire da quelli in corso;

- ad inserire con l'inserimento dei [[emendamento Cons. Menconi]] i relativi aggiornamenti (le osservazioni pervenute, i pareri espressi dagli enti coinvolti, i verbali delle conferenze dei servizi, gli atti autorizzatori con le relative prescrizioni, eventuali relazioni tecniche integrative, ecc.);

- per pubblicare, in apposita sezione del sito istituzionale, con la pubblica dell' [[emendamento Cons. Menconi]] l’avviso di avvio del procedimento e il termine per la presentazione delle osservazioni.


Votazione dell'emendamento

Presenti n. 23 - Votanti n. 23

Voti Favorevoli n. 23 (unanimità)

 

Votazione testo finale

Presenti n. 23 - Votanti n. 23

Voti Favorevoli n. 23 (unanimità)