Carrara 5 Stelle

http://www.carrara5stelle.it/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/680671assessori.pnglink
http://www.carrara5stelle.it/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/980951paypaldep.pnglink

ORDINE DEL GIORNO

Data: 27/10/2014


PREMESSO CHE

lo Statuto del Comune di Carrara riconosce “una particolare attenzione ai diritti della prima infanzia e dei minori”, “degli inabili ed invalidi, tenuto conto delle loro specifiche difficoltà di inserimento al fine di favorire la loro partecipazione ad ogni espressione di vita sociale” (art2  punto 6b);

 

CONSIDERATO CHE

è diritto dei bambini disabili poter fruire dei parchi pubblici e giocare senza essere esclusi, a causa di giochi inadeguati e/o barriere architettoniche;

è esplicita la necessità di garantire l'accessibilità e la fruibilità dei parchi cittadini evidenziata dalla Legge 3 marzo 2009, n18 , “Ratifica ed esecuzione della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità” ;

 

VISTA

la convenzione sui diritti dell'infanzia e dell'Adolescenza (approvata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20/11/1989):

 

gli Stati parti riconoscono che i fanciulli mentalmente o fisicamente handicappati devono condurre una vita piena e decente, in condizioni che garantiscano la loro dignità, favoriscano la loro autonomia e agevolino una loro attiva partecipazione alla vita della comunità (art 23);

 

gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo e al tempo libero, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età e a partecipare liberamente alla vita culturale ed artistica (art 31 punto 1);

gli Stati parti rispettano e favoriscono il diritto del fanciullo di partecipare pienamente alla vita culturale e artistica e incoraggiano l'organizzazione, in condizioni di uguaglianza, di mezzi appropriati di divertimento e di attività ricreative, artistiche e culturali (art 31 punto 2).

 

IL CONSIGLIO COMUNALE IMPEGNA SINDACO E GIUNTA

a verificare lo stato attuale delle attrezzature ludiche presenti nei parchi e nei giardini del territorio comunale e delle aree dove sono ubicate, per controllare che le stesse siano accessibili ai bambini disabili, assicurandosi che vi sia almeno un gioco per disabili in ogni parco attrezzato;

a provvedere, se non presenti , all'istallazione di giochi per bambini disabili nei parchi oggetto di interventi in corso o appaltati;

a redigere un piano per la sostituzione delle attrezzature esistenti eventualmente in pessimo stato presenti in tutti i parchi e giardini del territorio comunale;

a predisporre un piano in collaborazione con la Consulta comunale per le disabilità per la dotazione di giochi per bambini disabili in tutti i parchi del territorio comunale;

a verificare con la Consulta comunale per le disabilità le condizioni di accessibilità e fruibilità dei parchi cittadini e gli eventuali interventi necessari per garantirle.

 


Votazione

Presenti n. 17 Votanti n. 17

Voti Favorevoli n. 17 (unanimità)