Carrara 5 Stelle

MOZIONE

Data: 26/03/2015


IL CONSIGLIO COMUNALE

 

PREMESSO CHE

- Trasparenza correttezza e legalità devono essere requisiti fondamentali di un amministratore nominato in una società pubblica;

- Progetto Carrara SpA è una società partecipata dal Comune di Carrara, che ne detiene il 99,93%;

- L’attuale Amministratore Unico della Progetto Carrara Spa, risulterebbe ad oggi iscritto nel registro degli indagati in merito al fallimento della Società controllata da Cermc spa, ErreErre, per non aver vigilato, con competenza ed attenzione, sugli atti degli amministratori, non impedendo così la bancarotta fraudolenta.

 

VISTO CHE

- Con Delibera di Consiglio n. 66 del 7 ottobre 2013, il Consiglio Comunale di Carrara ha approvato una mozione che invita il Sindaco e la Giunta Comunale ad aderire e sottoscrivere il codice etico “Carta di Pisa”;

- ll Codice si propone l'obiettivo di promuovere la cultura della legalità e della trasparenza negli Enti Locali;

- Gli amministratori si impegnano a svolgere il loro mandato evitando situazioni e comportamenti che possono nuocere agli interessi o all'immagine della Pubblica Amministrazione;

- L’art 19 della "Carta di Avviso pubblico" sancisce che "L’amministratore non può conferire nomine o incarichi a soggetti rinviati a giudizio o sottoposti a misure di prevenzione personale e patrimoniale per reati di corruzione, concussione, criminalità organizzata e mafiosa, traffico di sostanze stupefacenti voto di scambio e altri delitti contro l’ordine pubblico - ad eccezione degli articoli 414, n. 2 e 415 codice penale - estorsione, truffa, usura, riciclaggio, traffico illecito di rifiuti e altri gravi reati ambientali. Non possono altresì essere nominati o incaricati coloro che abbiano riportato una condanna penale, anche con la sola sentenza di primo grado".

 

IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA COMUNALE

- a chiedere immediatamente chiarimenti in forma scritta all'Amministratore Unico della Progetto Carrara SpA, rispetto all'indagine in essere;

- a valutare la possibilità di rimuovere l'amministratore dall'incarico e presentare le proprie conclusioni alla commissione consiliare società partecipate;

- ad impegnarsi fin da ora a non affidare incarichi di vertice a coloro che si trovino in una delle situazioni descritte dal predetto art. 19 Carta di Avviso Pubblico.


Presenti n. 24 - Votanti n. 24
Voti Favorevoli n. 24 (unanimità)