Carrara 5 Stelle

Meetup Carrara

Meetup Carrara

Referendum Euro: ecco dove firmare a Carrara

Sabato 20 Dicembre 2014 14:29 Pubblicato in Blog

Referendum sull’Euro: dove si firma a Carrara

 

 

Il pomeriggio di Sabato 20, in Via Roma a Carrara, di fronte all'ingresso della Galleria D'Azeglio e Domenica 21, all'ingresso della Passeggiata del Porto di Marina di Carrara saranno presenti i banchetti del MoVimento 5 Stelle di Carrara presso cui si potrà firmare per avviare una legge di iniziativa popolare che porti alla istituzione di un Referendum consultivo sulla moneta unica europea.

 

Invitiamo tutti a firmare, perché ci sia dato il diritto di scegliere.

 

MoVimento 5 Stelle Carrara

 

 

Cronaca di una stampa incatenata

Lunedì 24 Novembre 2014 00:06 Pubblicato in Blog

Cari concittadini di Carrara,

 

 

come forse pochi di voi sapranno Venerdì 21 Novembre 2014 è stata presentata in Senato una interrogazione per chiedere al Governo di valutare la possibilità di nominare un Commissario Straordinario nel Comune di Carrara. Immaginiamo che siano in pochi a saperlo perchè nessun giornale locale ha riportato la notizia, nonostante sia un evento non proprio frequente nella storia della nostra città.

La notizia non è stata divulgata nonostante il fatto che a firmare l'interrogazione siano stati ben 25 Senatori della Repubblica, tra cui il Questore del Senato e il Vice-Presidente della Commissione Antimafia Luigi Gaetti e che la comunicazione arrivasse direttamente dall’ufficio stampa M5S dal Senato della Repubblica.

 

Il Tirreno ha trovato però il Sabato 22 lo spazio per un articolo in cui si asseriva che dei fantomatici commercianti di Marina si sarebbero detti contrari alla manifestazione che si è svolta lo stesso giorno.

Naturalmente non erano riportati ne nomi, ne attività, ne eventuale associazione di appartenenza di questi commercianti, quindi leggendo si aveva l’impressione che quello fosse il pensiero di tutti i commercianti di Marina, ma in realtà chi parlava e a nome di chi non era dato saperlo, erano cioè parole in libertà.

 

Domenica 23 Novembre, il giorno dopo il grande successo della manifestazione, dove il fiume dei manifestanti pacifico e colorato, è stato accolto da una piazza di marina già affollata di gente, La Nazione ha pensato, incredibilmente, di dedicare la prima pagina della cronaca di Carrara a un contenzioso di lavoro tra le due senatrici della nostra città, rispolverando una notizia vecchia di oltre 30 giorni.

Ci chiediamo in quale cassetto giacesse la ”strabiliante notiziona” e a chi servisse pubblicarla ”casualmente” proprio il giorno dopo l’annuncio della richiesta parlamentare di un Commissario Straordinario per la nostra città da parte del Movimento Cinque Stelle.

 

Nei giorni precedenti, Giovedì 20 e Mercoledì 19 il M5S di Carrara, aveva inviato alcuni comunicati stampa con importanti prese di posizione circa le responsabilità dell’alluvione e la gestione dell’emergenza, che però non hanno trovato alcun spazio. E’ stato invece dato spazio ai comunicati di vari circoli e correnti del PD, di varie associazioni, ma nessuna voce dell’opposizione alla giunta Zubbani è trapelata.

 

Il Sabato 08 Novembre, è stata protocollata dai consiglieri del M5S una richiesta di mettere in discussione in consiglio comunale la SFIDUCIA al sindaco ed alla Giunta, alcune testate locali pur dando la notizia, hanno usato ogni espediente linguistico possibile per evitare di nominare il MoVimento 5 Stelle.

 

Molti altri sarebbero gli esempi come TTNews24, che è sotto gli occhi di tutti...e con quali guanti bianchi la “all news” gestita dall’ex-oppositore politico di Zubbani stia trattando il Sindaco (ancora) in carica. Qui davvero non serve aggiungere altro.

 

Insomma nel momento di maggiore difficoltà della maggioranza è stato eretto un muro di gomma intorno alla principale forza di opposizione, come se la stampa si fosse incatenata a questa giunta nel tentativo, ormai vano, di proteggerla dai suoi cittadini.

 

Purtroppo per loro è troppo tardi i cittadini hanno capito ed al punto in cui siamo questi giochetti ottengono solo l’effetto di aumentare la sfiducia che i cittadini hanno nei loro confronti.

 

Movimento 5 Stelle Carrara

 

PS: questo comunicato è rivolto ai cittadini e non alle testate giornalistiche rispetto ai quali ci riserviamo tutti i diritti di questo comunicato e diffidiamo quindi i giornali dal pubblicare integralmente questo testo.

 

Alluvione 2012 a Massa Carrara - Intervento in Senato

Venerdì 03 Ottobre 2014 13:34 Pubblicato in Blog

Pubblichiamo l'intervento in Senato del 30 Settembre 2014 della portavoce del MoVimento 5 Stelle Sara Paglini:



 

 

INTERVENTO A FAVORE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE COLPITE DALL'ALLUVIONE DEL NOVEMBRE 2012

 

Nel novembre 2012 un violento nubifragio ha colpito la Regione Toscana ed in particolare alcuni comuni delle Province di Massa-Carrara, Arezzo, Grosseto, Lucca, Pisa, Pistoia e Siena, con precipitazioni superiori alla media, di intensità tale da causare l'esondazione di corsi d'acqua, con conseguenti allagamenti e frane che hanno causato interruzioni nella circolazione stradale, black out elettrici, gravi allagamenti ad abitazioni private, locali commerciali ed aree industriali.

 

Noi tutti ricordiamo le immagini di quei drammatici giorni che sono state trasmesse dalla TV e diffuse sui giornali.

(so di  cosa stiamo parlando in quanto addirittura alcuni dei video che girarono in rete li registrai io, uscendo con le telecamere,  quindi  vidi coi miei occhi il disastro e la disperazione delle persone ).


Noi tutti abbiamo ascoltato con commozione le interviste agli imprenditori, già colpiti dalla crisi economica, a cui, dopo il nubifragio, si aggiungevano i danni causati dalla furia dell'alluvione, che aveva messo in ginocchio intere aree industriali.

 

Alcuni di loro hanno accompagnato i cameraman nelle loro aziende, facendo vedere i danni che avevano subito ai macchinari, alle strutture ed impianti delle loro imprese. Molti imprenditori avevano perso nell'alluvione i sacrifici di decenni di lavoro.


Una volta terminate le piogge ed effettuati gli interventi più urgenti per la messa in sicurezza di argini ed edifici, è iniziata la ricostruzione. E' stato istituito un fondo per la concessione di agevolazioni economiche agli imprenditori ed alle persone che avevano subito danni alle loro attività e alle loro case. Attualmente il termine relativo alla conclusione dei lavori di ripristino delle attività produttive è fissato al 31 DICEMBRE 2014.

 

In seguito ad una serie di contatti ed incontri con i titolari delle imprese coinvolte del territorio di Massa-Carrara e gli uffici degli enti locali competenti sono emerse gravi difficoltà nella capacità delle stesse imprese di poter ultimare gli investimenti necessari nei termini prescritti.

 

Proprio per questo nella seduta del Senato di ieri, in qualità di Portavoce del Movimento 5 Stelle, ho depositato un'interrogazione a risposta scritta per richiedere urgentemente al Governo una proroga dei termini dal 31 DICEMBRE 2014 al 31 DICEMBRE 2015, il tutto per dar respiro a questi piccoli e medi imprenditori, affinchè possano continuare  a lavorare per far ripartire a pieno le loro attività .

 

Manuale di autodifesa da GAIA SpA

Lunedì 29 Settembre 2014 09:45 Pubblicato in Comunicati stampa

A seguito degli articoli apparsi nei giorni scorsi sulla stampa e a seguito delle segnalazioni di numerosi cittadini, riguardanti i conguagli sulle tariffe dell’acqua a partire dal 2012 e già pagate, si invitano tutti gli utenti di GAIA a controllare l'ultima bolletta ricevuta, prestando molta attenzione alle successive, e controllando che non vi siano conguagli (riscontrabili nella seconda pagina di ogni bolletta, alla voce "Dettaglio Bolletta").


Nel caso in cui i cittadini abbiano ricevuto o riceveranno una bolletta con questi aumenti, possono inviarla via fax al numero 0585.282286 o via mail all’indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. . E’ possibile, inoltre, portarne una copia direttamente all’A.C.U. (in via Carriona 40 a Carrara, il giovedì dalle 16.30 alle 18.30 ed il sabato dalle 10.30 alle 12.30) o al Punto di Incontro del Movimento 5 Stelle Carrara, in via Rossi n.5 a Carrara (tutti i martedì sera dalle 21.00).


Non appena ci saranno pervenute un numero sufficiente di bollette con casi di “conguagli” organizzeremo un incontro tra i cittadini con un avvocato dell’A.C.U.


Ricordiamo inoltre che Martedì 30 settembre è il termine ultimo per presentare domanda di rimborso per quegli utenti che avessero avuto nei mesi o anni scorsi addebiti per Depurazione. Tali addebiti, conferma una sentenza del tribunale, non sono dovuti se non si è serviti da un impianto di depurazione delle acque (mentre sono dovuti nel caso di presenza impianto di depurazione). E’ possibile verificare se si ha diritto a tale rimborso direttamente dal sito internet di GAIA SpA.


Vogliamo infine ricordare alla classe politica che ci amministra e che è responsabile dell’indirizzo di GAIA SpA, che ci sono state recenti sentenze in altre parti d’Italia che hanno condannato società di gestione acquedotti a rimborsi di milioni di euro verso gli utenti a cui erano stati illegittimamente richiesti conguagli non dovuti. Una tale eventualità potrebbe forse essere fatale per la nostra società partecipata, lo diciamo ora perché non vorremmo che dopo i cittadini si trovassero in tasca una nuova istanza di fallimento a causa di una classe politica incapace di gestire i beni comuni (cermec insegna).


MoVimento 5 Stelle Carrara

Vigiliamo su cosa accade in NCA

Sabato 09 Agosto 2014 14:08 Pubblicato in Comunicati stampa

Il MoVimento 5 Stelle di Carrara ha recentemente incontrato le RSU dei Nuovi Cantieri Apuania, per raccogliere il loro appello di vigilare su quanto avviene all’interno di NCA a seguito della recente ristrutturazione aziendale.


In particolare sono state portate all’attenzione del M5S alcune precise denunce che i lavoratori avrebbero presentato  al Dipartimento Provinciale del Lavoro, riguardo il ricorso al lavoro straordinario e il largo uso di manovalanza di ditte esterne, mentre ci sarebbero in cassa integrazione – e quindi a carico dalla comunità – lavoratori con competenze adatte a svolgere quelle stesse mansioni. Tali denunce non sembrano ottenere alcuna riposta ne dalle istituzioni ne da quelle forze politiche che erano in prima fila nella passerella della firma degli accordi dello scorso anno che portarono all’acquisizione di NCA.


Durante il confronto avuto con il lavoratori del cantiere è stato possibile percepire un senso di abbandono dalla politica e dalle istituzioni, che ovviamente non può che portare preoccupazioni per le prospettive future.


Il M5S farà il possibile per vigilare che non vengano violate le normative sul lavoro, che le istituzioni si facciano carico di vigilare nel rispetto delle loro funzioni, che siano rispettati gli accordi firmati a Roma alla presenza del Sindaco Zubbani e del Ministero dell’Interno. Richiamiamo questi ultimi soggetti a svolgere il ruolo di garanzia che l’aver presenziato alla firma comporta, da parte nostra, se necessario, porteremo questo richiamo fino ai massimi istituzionali.


MoVimento 5 Stelle Carrara

Stangata fiscale

Venerdì 25 Luglio 2014 07:44 Pubblicato in Comunicati stampa

La mattina di Mercoledì 23 Luglio in commissione bilancio si è concretizzata l’unica vera strategia politica che caratterizza l’amministrazione, ovvero l’aumento delle tasse comunali a carico dei cittadini. Parafrasando i termini molto populisti utilizzati dai rappresentanti dell’associazione industriali, è chiaro che il Comune deve aver scambiato le tasche dei cittadini per il proprio bancomat.


Sono infatti i contribuenti onesti i destinatari  di un inasprimento generalizzato della pressione fiscale.  La maggioranza ha infatti approvato il nuovo regolamento sulle imposte comunali che prevede aumenti sia per le imposte sui redditi, sia per quelle sulla casa.


Per quanto concerne il prelievo sui redditi è stata approvata l’applicazione dell’aliquota massima dell’addizionale Irpef pari allo 0,8% del reddito imponibile guadagnato nell’anno. Questo si traduce, per fare un esempio, in un incremento che porterà a 200 euro annui le trattenute sui redditi pari a circa 24.000 euro.


L’altra componente della stangata si chiama TASI, il nuovo tributo che da quest’anno di fatto sostituisce, o meglio si affianca, all’IMU, ma che graverà anche la prima casa. Non si tratta certo di cifre irrisorie considerato che, un’abitazione con pertinenza, con una rendita catastale pari complessivamente ad euro 700, si troverà a pagare circa 250 euro. Inoltre non è stata prevista alcuna forma di riduzione o agevolazione per le famiglie più povere. Anzi, l’amministrazione comunale ha pensato di chiedere ai cittadini anche gli importi di modesta entità ..fino a 4 euro!!!


E non è finita qua, visto che il piano finanziario della Tari, la tassa sulla raccolta e smaltimento dei rifiuti, prevede un incremento di circa il 3,5% delle tariffe applicate alle famiglie rispetto al 2013.


L’aspetto ancor più grave della manovra è che di fatto serve a tamponare i mancati introiti del settore lapideo. Pochi mesi fa la stessa amministrazione si era affrettata a sottolineare che, nonostante le sconfitte in tribunale, avrebbe comunque recuperato le somme previste. Evidentemente i nostri dubbi a proposito hanno trovato conferma ed ora si corre ai ripari cercando di far cassa in ogni modo.


In una situazione tutt’altro che rosea, con la cittadinanza vessata da una amministrazione incapace di risolvere problemi che di fatto lei stessa ha creato, la segreteria PD dimostra tutta la sua sensibilità verso i cittadini lanciandosi nella battaglia che le è più congeniale, quella per le poltrone, litigando platealmente sulla stampa per avere la delega al turismo.


Speriamo almeno che questa stagione di tasse e fallimenti possa finalmente fare aprire gli occhi ad una popolazione intorpidita e che si è vista passare davanti  una lunga sequela di promesse e proclami, mentre questa sinistra, se così la possiamo chiamare, nei fatti  ha portato solo danni ingenti alla città.


Moby Prince, si apra l'inchiesta: intervento in Senato

Giovedì 10 Luglio 2014 07:12 Pubblicato in Blog

Pubblichiamo l'intervento in Senato del 9 Luglio 2014 della portavoce del MoVimento 5 Stelle Sara Paglini:



 

 

La Tragedia del Traghetto Moby Prince a Livorno, causò 140 vittime. Ad oggi non esiste un colpevole.

Un punto mai chiarito, a causa dello stretto riserbo da parte delle autorità , è quello dell'eventuale presenza in rada  di navi civili e militari americane o di altre nazioni e delle loro eventuali attività.

 

E’ stato appurato da verbali e dai registri che molte navi  transitavano e sostavano nel Porto di Livorno nella notte dell'incidente, ma esistono alcune zone d'ombra mai chiarite.

 

Alcune ipotesi spingono  per affermare che la tragedia sia da mettere in relazione con traffici illeciti di armamenti militari avvenuti la notte dell'incidente nel Porto di Livorno.

Erano anni politicamente schizofrenici, anni bui,

-1991 strage del Moby Prince,

-1992 strage di Capaci, e strage di via d’Amelio,

- 1993 strage dei Gerogofili,

- 1994 uccisione di Ilaria Alpi che indagava su un traffico d'ARMI E RIFIUTI TOSSICI.

All'epoca la politica era in ginocchio... era il 1994 l’anno in cui un condannato per mafia fondava insieme ad un piduista  condannato per frode fiscale  un partito nuovo che inizio’ da li’ a governare il nostro paese.

 

Come Movimento 5 Stelle il 27 marzo 2014 abbiamo presentato un DDL per la Costituzione di un'inchiesta Bicamerale per far luce su quanto avvenuto il 10 aprile 1991 a Livorno.

Presidente Grasso confido in lei e nella sua volonta’ di dare finalmente risposte politiche credibili.

E mi appello soprattutto al presidente Renzi, le ricordo che per fare certe scelte bisogna avere le mani libere.

Le ricordo che col piduista condannato ci sta facendo accordi per stravolgere la nostra Costituzione!

 

Presidente Renzi, glielo chiedo qua da questa sede istituzionale , non da un articolo di giornale o da un talk show del martedi o del mercoledì sera...

presidente, per dare risposte politiche bisogna aver la forza di dare risposte politiche.

 

Apriamo questa Commissione di Inchiesta!

Non ve lo chiediamo solo noi del M5S, … ve lo chiede l'Italia intera!

 

Tasse ai cittadini, utili ai baroni

Domenica 06 Luglio 2014 22:35 Pubblicato in Comunicati stampa

Le parole del sindaco che a mezzo stampa ha annunciato un'altra stangata fiscale verso i contribuente carraresi, purtroppo non ci colgono di sorpresa.


Fin dal 2013 infatti, sia in sede di discussione del bilancio previsionale e consuntivo, sia nelle commissioni marmo e bilancio, avevamo denunciato la scarsa solidità dei conti del comune e la scarsa affidabilità delle poste inserite in relazioni agli incassi previsti dal marmo, palesemente inficiati da un grado di incertezza inaccettabile.


Le risposte stizzite dell’amministrazione e della maggioranza non hanno convinto nessuno, probabilmente neppure loro. Non si può mantenere in piedi un palazzo, le cui colonne sono costituite dai proventi che derivano da un settore, quello del lapideo, che oramai ha deciso di muoversi in antitesi rispetto all’interesse collettivo.


La scarsa affidabilità dei pagamenti dei canoni di affitto delle cave e dei contributi dovuti al comune si è manifestata infatti in tutta la sua gravità ed ora a questa amministrazione non rimane che una strada: tassare  tutti i cittadini, contribuenti onesti, vista l’incapacità di andare a prendere le risorse da coloro che si arricchiscono sfruttando un bene comune, quali sono le apuane. Questo è l’aspetto più grave, l’amministrazione in questi due anni non è stata in grado di fronteggiare tali ‘’imprenditori’’ e di tutelare le ragioni di tutti cittadini di Carrara.


Non è ammissibile che nel 2014 in un paese avanzato e civile come l’Italia,  ci si debba scontrare con realtà come la nostra e con l’evidenza di una città, unica nella fortuna delle ricchezze di cui dispone, ridotta ad essere il fanalino di coda della Toscana, priva di possibilità di lavoro, con i servizi pubblici di scarsa qualità e i cui cittadini pagano molte più tasse dei comuni che la circondano. E’ giunto il momento che i proventi del lapideo prendano la strada della città, affinchè Carrara possa risollevarsi dal momento tragico che sta vivendo.

 

E’ giunto il momento che gli amministratori incapaci di gestire situazioni che dovrebbero portare benefici e non minacce, dal Vicesindaco Vannucci (PD)  al dirigente al settore marmo Tonelli, lascino i loro scranni ed i loro compensi, rimettendo ai cittadini un mandato che evidentemente non sono in grado di portare a termine.

 

L’incapacità di questa amministrazione, PD e PSI in testa, si è peraltro palesata in tutta la sua gravità nei settori strategici, dalla gestione delle società partecipate, al decoro urbano e all’urbanistica; comparti in cui, da due anni a questa parte, non si vedono interventi concreti, ma solo fumo negli occhi a cittadini lanciato da una classe politica capace di annunci mirabolanti a cui non corrispondo fatti concreti.

Ancora una bandiera: marrone.

Martedì 10 Giugno 2014 08:57 Pubblicato in Comunicati stampa

Il Movimento 5 Stelle di Carrara desidera sottolineare lo sdegno di tutti quei cittadini che per l’ennesima volta si sono sentiti estremamente presi in giro dalla non meglio chiarita assegnazione della Bandiera Blu alla cittadina di Marina di Carrara, vantata anche nei telegiornali locali, mentre sempre per l’ennesima volta la cittadinanza si è ritrovata con il litorale in condizioni pietose. Domenica infatti, come chiunque si sia recato al mare sa, la costa era devastata da una melma nera proveniente probabilmente dal dragaggio del fiume Magra, il cui tempismo durante la stagione estiva ha dell’incredibile.


Se anche gli effetti visti ieri non possono essere attribuiti interamente alla mala gestione strettamente locale, rientrano in una logica di amministrazione del territorio sia nazionale che comunale, ogni giorno più deleteria. Il Movimento 5 Stelle continua a muovere una determinata opposizione tanto in parlamento quanto nei consigli comunali, denunciando come gli effetti delle aggressive e speculative maniere usate da chi governa il paese e la nostra città da decenni non possono certo essere nascoste dietro ad una qualsiasi voglia bandiera.


Anche il nostro programma recava un punto programmatico relativamente alla Bandiera Blu, facente parte però di un evidente cambiamento progettuale del destino di tutto il nostro territorio e non mero specchietto per le allodole come invece si sta rivelando.

ODG

 

Data Maggio 2014

Oggetto: Adesione alla diciannovesima edizione della "Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime delle mafie", promossa dall'associazione Libera e Avviso Pubblico.

 

Il Consiglio Comunale

 

Premesso che

 

il Comune di Carrara, su invito del Consiglio Comunale aderirà all'associazione Avviso Pubblico;

 

a Carrara nella sala di rappresentanza comunale a ottobre 2013 si è costituito il presidio di Libera “A. Vassallo”;

 

durante la costituzione di tale presidio erano presenti numerosi Consiglieri Comunali, i quali hanno aderito all'associazione Libera;

 

Dal momento che

 

La Giornata della Memoria e dell' Impegno ricorda tutte le vittime innocenti delle mafie: oltre 900 nomi di vittime innocenti delle mafie, semplici cittadini, magistrati, giornalisti, appartenenti alle forze dell'ordine, sacerdoti, imprenditori, sindacalisti, esponenti politici e amministratori locali morti per mano delle mafie solo perchè, con rigore e coerenza, hanno compiuto il loro dovere;

 

purtroppo, da questo terribile elenco mancano tantissime altre vittime, impossibili da conoscere e da contare;

 

il Comune di Carrara si riconosce nei principi portati avanti dalle associazioni Libera e Avviso Pubblico;

 

il Comune di Carrara riconosce l'importanza di questa giornata per aumentare la consapevolezza dell'importanza della partecipazione e della cittadinanza attiva, del coraggio e della testimonianza, soprattutto tra le giovani e i giovani carraresi;

 

impegna il Sindaco e la Giunta ad aderire alla diciannovesima edizione della "Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime delle mafie" che si svolgerà a Latina il 22 marzo 2014 e ad inviarvi un suo rappresentate e il gonfalone del Comune di Carrara.

 

 

Pagina 10 di 46

Accedi

Logo

18.07.2019 - 21:00
Luogo: Punto di Incontro M5S Carrara

Attualmente siamo 754 iscritti

Carrara 5 Stelle nel Web

Meetup Carrara

 

 

Canale YouTube

 

Campagne

 

 

Woodstock 5 Stelle

 

Free Assange