Carrara 5 Stelle

Venerdì 24 Luglio 2015 07:01
Valuta questo articolo
(3 voti)

Caso NCA in Senato: Governo non risponde e nega accesso atti da Dicembre

 

"Caso NCA,  il Governo non risponde e nega l'accesso ai documenti che costituiscono parte integrante dell'accordo che ha permesso la cessione". Lo denuncia la senatrice Sara Paglini che è intervenuta in aula al Senato per sollecitare risposte dal Governo.

 

"Sono intervenuta in aula più volte sul caso NCA - Nuovi Cantieri Apuania di Marina di Carrara  - ha denunciato la Paglini -Quest'anno ho già depositato due atti di sindacato ispettivo il primo rivolto al Ministro Poletti il 17 febbraio 2015 (Atto n. 4-03454) ed il secondo rivolto al Ministro Guidi il 22 aprile 2015 (Atto n. 4-03835)".

 

"La situazione è ormai nota al Governo e mi domando perchè non sia stata ancora data risposta alle interrogazioni e soprattutto perchè non è stato garantito il diritto di accesso ai documenti che costituiscono parte integrante dell'accordo che ha permesso la cessione della società controllata da InvItalia ad un privato" ha detto la Paglini in aula.

 

"Questa cessione riguarda non solo la vendita di capannoni, magazzini e macchinari, ma soprattutto il futuro dei tanti lavoratori del cantiere navale. Dopo la cessione i lavoratori sono stati lasciati in una situazione di incertezza e precarietà e inoperosità" spiega la senatrice del M5S.

 

"La politica e le istituzioni a livello locale e nazionale hanno steso tappeti rossi all'imprenditore Giovanni  Costantino garantendogli la possibilità di avere una concessione trentennale sullo specchio d'acqua di fronte al porto, posti auto pubblici diventati ad uso esclusivo di NCA, permessi e autorizzazione in tempi record su tutto quello che ha voluto costruire e in più la possibilità di organizzare feste faraoniche con fuochi d'artificio in un sito produttivo dove i diritti dei lavoratori stanno scomparendo con la complicità e il silenzio di chi doveva vigilare e non ha vigilato"  ha spiegato la Paglini.

 

"Forse è proprio per questo che il MiSE non ha ancora fornito i documenti richiesti da dicembre 2014? Ricordo che le istituzioni locali hanno semplicemente convocato dei tavoli in Provincia a Massa e in Comune a Carrara che di fatto hanno garantito piena libertà d'azione e carta bianca a Costantino che ha potuto persino chiudere la mensa aziendale e trasformarla in un luogo di detenzione temporanea in cui relegare 43 lavoratori. Caso unico in Italia e credo anche in Europa" ha continuato la senatrice pentastellata.

 

"A Carrara nel corso un consiglio comunale straordinario per chiedere chiarimenti e indire in tavolo al Ministero , il sindaco ha  dichiarato che aleggia la data del dicembre 2016 per la messa in mobilità dei lavoratori. Sarebbe pazzesco" ha ricordato nel suo intervento.

 

"NCA  faccia impresa senza ricatti, e che tiri fuori il famoso piano industriale che ancora nessuno conosce - ha proseguito -I lavoratori e il sindacato sono fortemente preoccupati per quanto è stato illustrato in Regione Toscana dopo l’incontro tra l'assessore  Simoncini e il Sindaco di Carrara Zubbani, tenutosi pochi giorni fa con la Dirigenza NCA. Purtroppo l’aria che tira nell’esposizione fatta è ancora una volta quella della volontà aziendale di non rispettare accordi e impegni presi con il territorio e i lavoratori" ha concluso la Paglini.

 

 

Daniele Ghiotti

Daniele Ghiotti

E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Accedi

Logo

25.04.2019 - 21:15
Luogo: Punto di Incontro M5S Carrara

26.04.2019 - 13:00
Luogo: Piazza Alberica

Attualmente siamo 751 iscritti

Carrara 5 Stelle nel Web

Meetup Carrara

 

 

Canale YouTube

 

Campagne

 

 

Woodstock 5 Stelle

 

Free Assange