Carrara 5 Stelle

Lunedì 09 Gennaio 2012 16:07
Valuta questo articolo
(7 voti)

Comitato SOS Carrara: qualcosa non ci torna!

Riceviamo e volentieri pubblichiamo il seguente comunicato del comitato SOS Carrara:

 

E bravi i nostri amministratori!!!

 

 

Non paghi di aver perso la causa alla Corte europea sulla tassa marmi, causa che ha comportato di fatto “marmo gratis a chi se lo piglia o comunque a prezzo stracciato” (il tutto a danno dei polmoni dei cittadini), adesso vogliono prenderci per i fondelli con l’anticipo fine lavori della Strada dei Marmi e l’esborso di qualche milione di Euro, noccioline!

 

 

Ma c’è qualcosa che non ci torna.

 

Intanto non se ne può proprio più delle parole di certi personaggi della nostra “efficiente” amministrazione, che non si peritano nemmeno davanti a un tribunale di dire cose non veritiere. Si viene a sapere dalla Progetto Carrara, tramite i giornali, che i lavaggi a Miseglia bassa saranno pronti a metà marzo, quando davanti all’Ufficiale giudiziario, a Torano il 27/9/2011, il city manager disse che non era opportuno ripristinare il lavaggio di Torano (come imposto dall’ordinanza del Giudice Bartolini del 2008) in quanto sarà smantellato a Dicembre 2011 e il responsabile della Tesimag (sig. Vannucci) disse che non poteva ripristinare il suddetto lavaggio per mancanza di tempo in quanto avrebbe dovuto consegnare ultimati i nuovi lavaggi a Miseglia il 15/12/2011 mentre il 22/2/2012 (detto dal city manager) partirà la Strada dei Marmi.

 

La Presidente della Progetto Carrara, poi, fin dal giorno della sua nomina, (e in particolare nel convegno del 21/5/2010 nell’ambito della Marmotec, e l’8/7/2010 presso la circoscrizione n.2) non ha fatto altro che ripetere che i lavori della Strada dei Marmi rispettano la tabella di marcia, fatto ribadito ad un quotidiano locale il 22/5/2010 anche dal direttore dei lavori nonostante si tratti di (citiamo testualmente) “lavori molto lunghi e complicati”. Quindi non si capisce questo anticipo da dove salti fuori.

 

Soprattutto secondo l’evidenza questi lavori sono in realtà in ritardo, vediamo perché.

 

Anche prendendo in esame il solo II lotto della Strada di nemmeno 5 Km, siamo a 6 anni di lavoro: per la ferrovia marmifera, un secolo e mezzo fa, bastarono 4 anni per realizzare i ponti di Vara, la galleria del Tarnone, quella di Fantiscritti, quella che da Fantiscritti porta a Ravaccione e altri viadotti ancora. Ma tant’è! Per realizzare la Strada dei Marmi si è utilizzata una tecnica a parer nostro paleolitica: una ruspa con un puntone, dello stesso tipo di quelle che stanno distruggendo le nostre montagne per estrarre scaglie anziché blocchi.

 

A parte inviamo una foto del cartello dei lavori della Strada, al cantiere in via Aurelia, dove si legge bene la data di fine lavori: 18 Gennaio 2011! Sarebbe questo l’anticipo o si tratta di 8 mesi di ritardo? Del resto basta andare sul sito della Progetto Carrara alla pagina http://www.progettocarraraspa.it/sezione.php?id=Secondo_Lotto|0 per leggere che la fine lavori è tuttora prevista per il 15/07/2011. Altro che anticipo!

 

Forse l’Adanti, impresa costruttrice, fa riferimento alle 3 proroghe che l’Amministrazione comunale le ha concesso per problemi insorti durante i lavori: a casa nostra si chiamano “rischio d’impresa” che si deve accollare l’imprenditore, o in alternativa i nostri amministratori in persona, non certo la collettività. Se poi pensiamo anche al “regalo di cava Foce” dove la Progetto Carrara, a nostre spese, ha raccolto le terre estratte durante lo scavo delle gallerie, evitando un onere “da contratto” alla Adanti…

 

A noi questo modo di amministrare puzza tanto…

 

 

COMITATO S.O.S. CARRARA

Meetup Carrara

Meetup Carrara

E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Accedi

Carrara 5 Stelle nel Web

Meetup Carrara

 

 

Canale YouTube

 

Campagne

 

 

Woodstock 5 Stelle

 

Free Assange